White Knight Chronicles - PS3
Un mix tra un normale JRPG e un gioco cooperativo in stile MMO, "White Knight Chronicles" ha alcune idee interessanti, ma una produzione orrendamente cucita insieme. Si rifà a giochi come "Dark Cloud", ma non ha buone caratteristiche proprie.

White Knight Chronicles è meglio descritto come un gioco per giocatore singolo che ha un componente online. In single player, attraversi il solito mix di standard RPG: combatti attraverso dungeon, macina denaro, fai missioni, ecc. Il gameplay ricorda molto un MMO, in quanto si tratta di un sistema di gioco di ruolo in tempo reale con molti simili Elementi HUD. Il combattimento è semplice: scegli un incantesimo o un attacco, attendi il conto alla rovescia del timer dell'azione e poi premi X. Se usi un attacco combo, fai la stessa cosa ma premi X alcune volte invece di una volta. C'è il solito pasticcio di debolezze elementali e così via, ma sembra in gran parte non interattivo. Non aiuta a controllare effettivamente un solo personaggio alla volta; gli altri due membri del partito in qualsiasi momento sono controllati dall'IA.

Il componente online è molto più creativo: oltre alle ricerche cooperative con altri giocatori, puoi anche caricare città costruite su misura utilizzando il sistema Georama del gioco. Questa è una caratteristica derivata dai giochi "Dark Cloud", in cui costruisci una città con edifici recuperati e la popoli con abitanti salvati. Tuttavia, la modalità effettiva in WKC è stata aggiunta dopo che il gioco è stato effettivamente realizzato. Per questo motivo, le funzionalità effettive sono limitate. Non c'è modo di costruire enormi città tentacolari o altro; in effetti, ci vuole un sacco di macinazione solo per permettersi poche case. Puoi reclutare persone per unirti alla tua città dalle città nel gioco principale, ma non c'è un vero personaggio per loro. In Dark Cloud, il reclutamento era una parte importante del gioco: c'erano determinate ricerche e requisiti specifici per determinate persone. White Knight Chronicles non ha la sensazione reale che tu stia davvero creando una città unica, il che sembra il punto centrale di lasciare che le persone mettano le loro città online per mostrare agli altri.

La grafica è buona, ma noiosa. Armature, armi e accessori compaiono sui corpi dei tuoi personaggi, ma non sono particolarmente interessanti da vedere o ben progettati. Gli ambienti del gioco sono ampi e ampi, ma non hanno stili davvero unici. Alla fine, anche se cerca di essere eccitante ed epico, è davvero noioso da guardare. Tutto nel gioco è generico: personaggi, livelli, incantesimi, oggetti e mostri. Non c'è nulla di veramente "originale" nel gioco tranne il titolo "White Knight", che serve essenzialmente come power-up temporaneo per il personaggio principale. Quando entri in modalità "White Knight", la tua serie diversificata di mosse e combo viene sostituita da quattro abilità abbastanza scialbe. Certo, il tuo modello di personaggio si trasforma in un mech gigante e fai più danni, ma in realtà è solo più dello stesso gameplay RPG.

Un'ultima nota di questo gioco è che, sebbene esista un creatore di personaggi notevolmente approfondito, il tuo avatar non è il personaggio principale. Lui o lei semplicemente si aggirano sullo sfondo mentre i veri personaggi principali del gioco fanno le cose. L'avatar è usato principalmente per fare cose online, perché in modalità online gli unici personaggi sono il tuo avatar e gli avatar degli altri giocatori. Questo è indicativo del gioco nel suo insieme: sembra un MMO (o una sorta di gioco multiplayer incentrato, comunque) che è andato nel panico e ha attaccato un gioco per giocatore singolo, o viceversa. Sembra che due giochi diversi si siano uniti in modo inesperto. Nessuno dei due è particolarmente buono e il prodotto nel suo insieme ne soffre.

Valutazione: 4/10.

Istruzioni Video: PS3 Longplay [045] White Knight Chronicles (part 01 of 10) (Gennaio 2022).