La storia di Lindsey - Un'intervista con un sopravvissuto
Si prega di notare che i veri nomi di Lindsey, il suo violentatore e il bambino sono stati cambiati per proteggerli tutti. Questa è la storia di Lindsey scritta da lei.

Quando avevo solo 18 anni, ho incontrato il mio ex marito. Ero sbalordito da lui dal momento in cui mi ha guardato e mi ha scelto da un gruppo di persone che si sono radunate intorno a lui per farsi fotografare o autografare. Scrisse il suo numero nella sua camera d'albergo su un pezzo di carta e lo fece portare a uno dei suoi amici. "Chiama Keith più tardi, vuole parlarti." Pensavo fosse uno scherzo e non avrei telefonato, ma la mia curiosità ha avuto la meglio su di me e ho chiamato più tardi quella notte. Il giorno seguente stavo pranzando con lui, che si è trasformato in cena la sera successiva, poi ho volato per stare con lui la settimana successiva. Ci siamo sposati quasi 1 anno dalla data in cui ci siamo incontrati.

Ho sentito molte, molte volte che compaiono segni di abuso mentre esci con la persona. La nostra relazione era quasi troppo perfetta mentre uscivamo. Ha detto tutte le cose giuste, mi ha inondato di affetto e attenzione, ho viaggiato ovunque con lui. Ho lasciato il lavoro, ho messo in attesa i miei piani universitari per lui, ho venduto la mia auto, non ne avrai bisogno, mi ha detto. Ero la fidanzata del trofeo e sono stata soddisfatta da lui e dal suo assistente personale.

Non appena l'abbiamo detto, è iniziato l'abuso. Abbiamo avuto un'enorme discussione in chiesa quando è arrivato il momento di fare le foto. Controllava ogni posa, chi si trovava dove, come stavano, come apparivo, non sorridevo abbastanza. L'ho licenziato perché lui era nervoso a causa del matrimonio. Volò via dalla maniglia del ristoratore perché le cose non erano state disposte a suo piacimento. Quando ho cercato di dirgli di non preoccuparsi, era ok, a nessuno importava, mi ha strappato il piatto dalle mani e mi ha urlato di chiudere la bocca e andare a prendere il mio posto al tavolo o la reception sarebbe stata cancellata. In stato di shock e combattendo le lacrime, sono andato al tavolo. Quando siamo rimasti da soli nella stanza d'albergo, è entrato in una rabbia urlante per quasi un'ora su come tutto il matrimonio e dopo la festa erano stati rovinati e come l'ho messo in imbarazzo davanti all'aiuto assunto, "Meglio che non accada mai più, altrimenti ". Ancora una volta, ho respinto questo sfogo nervoso dal nostro grande giorno.

Ho continuato a viaggiare con lui per il suo lavoro, tutte le sere seduto tra il pubblico perché nessuno mi ha ancora riconosciuto nonostante le foto del nostro matrimonio siano apparse su tutte le riviste del settore (questo era giusto prima che tutti navigassero in Internet). I suoi modi di controllo mescolati con l'abuso emotivo sono continuati per anni. Se un altro ragazzo ha parlato con me, anche con qualcuno con cui ha lavorato ed era amico, sono stato accusato di andare a letto con quella persona. Gli altri ragazzi hanno sempre tenuto d'occhio l'un l'altro mogli e fidanzate in modo che nessuno di noi potesse fare qualcosa senza che fosse riportato. Ho perso il conto delle molte volte in cui mi sono seduto a piangere in uno spogliatoio o in uno spogliatoio con lui che mi urlava e lanciava tutto intorno. So che altri l'hanno sentito, ma nessuno è venuto a fermarlo o vedere se stavo bene. Quando finalmente mi è stato permesso di andarmene, chiunque fosse stato colpito all'orecchio mi guardava mentre uscivo, ma distoglieva rapidamente lo sguardo se avessi cercato di guardarli negli occhi.

Non è mai stato un abuso fisico fino al giorno in cui sono uscito. Abbiamo avuto un figlio insieme dopo 3 aborti spontanei. Tyler divenne il mio unico obiettivo nella vita. Ho smesso di visitare e viaggiare per stare a casa con Tyler. Abbiamo visto Keith a volte 4 volte al mese quando era fuori a fare spettacoli. Per me andava bene perché quando era a casa sarebbe stato geloso di Tyler e I. Keith si prese 2 anni di pausa ed erano i 2 anni peggiori della mia vita. Urlare e ripulire costantemente i pezzi rotti di oggetti domestici distrutti a causa dei suoi attacchi di rabbia. Alla fine ho rinunciato a cercare di litigare e urlare contro di lui. Era inutile perché qualunque cosa dicessi o facessi, qualcosa veniva distrutto e finivo in lacrime, da solo in una delle tante camere da letto della nostra casa.

L'ultima goccia per me è stata quando ha attaccato fisicamente nostro figlio e poi me la scorsa primavera. Ho iniziato a fare spettacoli e ho guadagnato molte amicizie attraverso il mio lavoro. Le accuse di imbrogli ricominciarono a volare e decisi di ignorarlo. Tyler, che ora ha 14 anni, si è finalmente stancato del fatto che suo padre mi chiamasse nomi cattivi e mi urlasse continuamente. Ha resistito a suo padre per me. Tyler e Keith iniziarono a litigare e quando Tyler si girò per lasciare la stanza, Keith lo spinse da dietro causando a Tyler di colpire la testa su un tavolino. L'ho perso. Corsi a Keith. Mi ha colpito e sono caduto a terra. Mi ha tirato su per i capelli, ha sbattuto la parte posteriore della mia testa contro il muro, poi mi ha bloccato contro il muro con il suo corpo e tenendo le mie braccia contro il muro con le sue mani.

Dopo essermi allontanato da lui, sono andato a casa di mia sorella con Tyler. Abbiamo chiamato la polizia. Keith non ha negato nulla. Fu arrestato e trascorse la notte in prigione. Molte persone mi hanno detto di fare le valigie e le cose di Tyler, ma non l'ho fatto. Non volevo niente fuori di casa ma le foto di Tyler. Mi allontanai da tutto: le mie macchine, la mia casa, i miei animali domestici, il mio passato perché nessuna delle cose materiali contava per me. Quelle cose potevano essere sostituite, la mia vita e mio figlio non potevano.

Se stai leggendo questo e sei in una situazione offensiva, ti preghiamo di chiedere aiuto. C'è sempre una via d'uscita.

Istruzioni Video: I violini della speranza. Il liutaio Amnon Weinstein (Gennaio 2022).