Orgoglio canadese
Non ho mai veramente capito quante persone credessero davvero che i canadesi non abbiano orgoglio nel loro paese. Ho avuto molte persone che me lo hanno detto nel corso degli anni e mi ha davvero sconcertato. Amo il mio paese, amo ciò che rappresenta, amo la sua bellezza naturale e amo le persone.


Ogni paese celebra il proprio "orgoglio" in diversi modi e il Canada non fa eccezione. Potremmo non sminuire gli altri Paesi per far sembrare i nostri più potenti, o avere un atteggiamento in faccia in questo senso, e non urliamo davvero i nostri colori nazionali attraverso la canzone, ma di certo ne siamo orgogliosi. Lo celebriamo a modo nostro.


Vedete Canadian Pride ha una definizione totalmente diversa per noi, un significato completamente nuovo. Il Canadian Pride non è il modo in cui qualcuno sventola una bandiera, o quanto forte urlano l'inno nazionale, non è nemmeno la persona che ha la foglia d'acero dipinta sul viso. L'orgoglio canadese è molto più di tutto questo, l'orgoglio canadese è un'emozione, non un'azione. È qualcosa che non sentiamo di fare.


Penso che un esempio perfetto di ciò sia le Olimpiadi di Vancouver del 2010, un evento in cui i canadesi hanno invaso ovunque le strade, i pub e persino le sale locali per assistere e sostenere i nostri atleti. Li abbiamo incoraggiati a desiderare così tanto che vincessero. Non perché volessimo essere migliori degli altri paesi, ma perché sebbene per la maggior parte di noi Alex, Ashleigh o persino Jon fossero dei perfetti sconosciuti, ci siamo comunque sentiti come se fossero stati nostro fratello, nostra figlia e persino il migliore amico a stare lì sul podio. Vedete, questo è ciò che significa essere canadesi, nessuno di noi è estraneo, siamo tutti una famiglia, da costa a costa che è l'orgoglio canadese.


Non abbiamo celebrato la sconfitta degli altri, abbiamo celebrato la vittoria di nostro fratello e attraverso un qualche sacro legame ci siamo sentiti come se fosse anche la nostra vittoria. Potremmo non essere rumorosi, ma i nostri cuori parlano più forte di quanto le parole possano mai, e quando ognuno dei nostri atleti ha superato il traguardo o quando Crosby ha ottenuto quell'obiettivo finale non l'abbiamo urlato in faccia alla gente, non abbiamo fatto un punto di dire che stavamo meglio di chiunque invece che milioni di persone in tutto il paese hanno iniziato a cantare "Oh Canada" perché in quel momento non c'erano altre parole che potessero descrivere l'orgoglio che avevamo per il nostro paese e perché veniva dal cuore .


Questo è l'orgoglio canadese, è un'emozione, è quella sensazione calda che esplode da te, è qualcosa che si sente profondamente nelle nostre stesse anime. Non è qualcosa che non può essere imposto a nessuno o espresso attraverso il sventolio di una bandiera, non si manifesta in quanto cantiamo rumorosamente, ma come cantiamo. Anche se gli altri potrebbero non capirlo, possono vederlo come una debolezza o come un segno che non siamo patriottici, questa è solo la loro convinzione. Non ci conformeremo ai modi di altri paesi perché non abbiamo bisogno di dimostrare il nostro amore per il paese attraverso quanto odiamo gli altri. Non abbiamo bisogno di pensare di essere migliori di chiunque sappia che siamo grandi.


Non abbiamo bisogno di seguire le orme di altri paesi perché non è quello che significa essere canadesi. Continueremo a esprimere il nostro orgoglio a modo nostro, manterremo l'umile castoro come nostro simbolo perché anche se potremmo essere tranquilli e potremmo non avere i denti o gli artigli di una tigre o di un leone, siamo ancora potenti, siamo forti e noi siamo canadesi e soprattutto siamo orgogliosi.

Istruzioni Video: Orgoglio Italia (Ottobre 2021).