Perdonare te stesso
Tutti sanno che una cosa in cui eccellono molte madri è la colpa. Spesso, almeno secondo i loro figli, lo stanno esplodendo ma, più tipicamente, vi stanno annegando. La colpa ha qualche posto nella genitorialità? C'è mai un motivo per abbracciarlo, piuttosto che evitarlo? Crogiolarsi nel senso di colpa può renderti una madre migliore?

Si potrebbe supporre che a questa domanda si possa rispondere affermativamente. Se hai Facebook e i tuoi amici, è molto probabile che tu legga ogni giorno la colpa. Le madri che lavorano si sentono in colpa perché non sono con i loro figli. Le mamme casalinghe si sentono in colpa perché non stanno contribuendo finanziariamente alle loro famiglie. Le mamme dei soli figli si sentono in colpa per il fatto che i loro figli non hanno fratelli, mentre le madri di famiglie numerose si sentono in colpa perché i loro figli non ottengono il 100% della loro attenzione. Quando tutto è detto e fatto, però, la colpa ti porta davvero da qualche parte?

I sensi di colpa servono a uno scopo: ti spingono a cambiare il tuo comportamento e / o a fare ammenda quando hai fatto qualcosa di sbagliato. Quando iniziano a paralizzarti e a tenere i tuoi pensieri in ostaggio, però, non ti stanno più facendo del bene. Infatti, poiché i bambini sono così sensibili all'umore dei loro genitori, potresti davvero ferire tuo figlio. Che cosa fai allora con tutta quella colpa?

La risposta è tanto semplice da dire quanto difficile da abbracciare: perdona te stesso. Tutti nella tua famiglia possono dirti che stai bene e che quello che fai per i tuoi figli è abbastanza, ma fino a quando non ci credi, quelle parole sono come l'acqua della schiena di un'anatra. Quello che segue è il mio semplice piano per aiutarti a fare pace con te stesso.

1. Concediti il ​​permesso di sentirti in colpa per un determinato periodo di tempo. Che si tratti di dieci minuti al giorno, dieci minuti alla settimana o solo una volta, impostare l'ora e attenersi ad essa. Sapere che ti dai l'autorizzazione, ma mantenendo comunque un limite di tempo, tieni sotto controllo la tua colpa.

2. Renditi conto che stai facendo il meglio che puoi in questo momento. Ognuno ha stagioni nella sua vita. Le stagioni possono durare mesi o anni, ma alla fine, se desideri un cambiamento, sarai in grado di farlo accadere. Solo perché non puoi farlo accadere in questo momento non significa che sei meno una madre, una moglie o una persona. Ognuno di noi usa gli strumenti che abbiamo per fare il meglio che possiamo per coloro che amiamo. Concediti credito per quello.

3. Fai un piano. Anche se sei felice di quello che è la tua vita, è probabile che ci siano ancora momenti in cui ti senti in colpa. Vai alla vecchia scuola e usa carta e penna reali, fai un piano per cambiare ciò che ti fa sentire in colpa. C'è qualcosa nell'atto di scrivere fisicamente qualcosa che lo rende più reale per te. Se è necessario, scrivere un contratto con te stesso e firmarlo.

Il senso di colpa può essere un grande motivatore, ma può anche essere un grande scarico. Usalo come faresti con qualsiasi strumento nel tuo arsenale e fallo funzionare per te, piuttosto che contro di te.

Istruzioni Video: Come perdonare te stesso/a anche quando non puoi e non vuoi perdonarti (Settembre 2021).