Rifinanziamento a tassi inferiori
Esistono varie occasioni in cui si verificano opportunità in cui un proprietario di abitazione trova nel suo migliore interesse rifinanziare un mutuo. Durante un mercato immobiliare in forte espansione, molti rifinanzeranno per prendere le loro azioni accumulate dalla loro casa come rifinanziamento di incassi. In un mercato immobiliare depresso, molti proprietari di case possono approfittare dei bassi tassi di interesse sui mutui rifinanziando.

Chi dovrebbe rifinanziare?
Se il proprietario di una casa ha un buon credito e un impiego stabile, è probabilmente una buona idea rifinanziare quando il tasso di interesse attuale è dell'1% o più basso di quello sull'ipoteca attuale. I proprietari di case devono prendere in considerazione che il rifinanziamento costa denaro, diverse migliaia di dollari, i cui risparmi potrebbero non essere riconosciuti per diversi anni. Pur considerando i risparmi a lungo termine del mutuo, potrebbe comunque essere una buona idea per un rifinanziamento.

Tasso fisso o tasso regolabile?
Quando i tassi di interesse sui mutui sono estremamente bassi, come lo sono attualmente, è meglio rifinanziare a un tasso fisso. Un tasso fisso garantirà un pagamento fisso per tutta la durata del prestito in quanto il tasso non può mai cambiare. I tassi regolabili fluttuano con il mercato e sono più imprevedibili.

Ipoteca di 15 anni o Ipoteca di 30 anni?
Questa è davvero una decisione individuale a seconda di quanto velocemente desideri pagare la tua casa e quanto puoi permetterti di pagare al mese per il pagamento del mutuo. Quando i tassi di interesse sono molto bassi, è consigliabile per alcuni proprietari di abitazioni rifinanziare da una durata del mutuo di 30 anni a una durata del mutuo di 15 anni. Una grande quantità di denaro viene risparmiata riducendo della metà la durata del mutuo. Inoltre, la casa viene pagata per intero in metà tempo.

Se è richiesto un pagamento mensile inferiore, è consigliabile un periodo di mutuo di 30 anni. Il termine di 30 anni comporterà un pagamento mensile inferiore, ma l'interesse totale pagato per la durata del prestito sarà un importo superiore. Chiunque abbia un mutuo a termine di 30 anni può sempre accelerare la durata del prestito effettuando ulteriori pagamenti principali al prestito. Anche solo pochi pagamenti aggiuntivi ogni anno possono ridurre notevolmente gli anni rimasti sull'ipoteca e quindi ridurre gli interessi complessivi dovuti. Questa è un'ottima idea per coloro che non vogliono il rigoroso pagamento del mutuo di 15 anni, ma possono eventualmente pagare di più ogni mese.

In questo momento, quando i tassi dei mutui sono ai minimi storici, ogni proprietario di casa dovrebbe valutare la propria situazione finanziaria per vedere se sarebbe a suo vantaggio rifinanziare il proprio mutuo. In definitiva, questo potrebbe liberare ogni mese alcuni contanti molto necessari per la spesa, il risparmio o il rimborso di altri debiti.

Istruzioni Video: Lezione: Le relazioni tra BCE e banche. Prestiti e depositi. (Ottobre 2021).