Debito, rating del credito e politica come al solito
Il presidente degli Stati Uniti Barak Obama ha chiesto due cose per il suo cinquantesimo compleanno: un hamburger e un accordo per aumentare il tetto del debito. Ha ottenuto entrambi, ma l'hamburger era la parte facile.

Con la minaccia dell'incombente governo incombente, repubblicani e democratici andarono in guerra su come riparare il budget americano rotto. Spendendo più di quanto fanno ogni anno, gli Stati Uniti devono prendere in prestito 0,40 di ogni dollaro speso. Un "massimale del debito" (un importo massimo che il governo può essere in debito) ha lo scopo di tenerlo sotto controllo, ma periodicamente deve essere aumentato man mano che la spesa pubblica raggiunge il limite.

Nel luglio del 2011, quel massimale stava per essere infranto. Era tempo che i politici giungessero a un nuovo accordo. Ma con idee completamente diverse su come ciò dovrebbe accadere, repubblicani e democratici hanno avuto difficoltà a scendere a compromessi. La posta in gioco non era solo la capacità di spesa del governo degli Stati Uniti, ma anche il suo gradevole rating di credito a tripla A.

Lavorando fino a tarda notte prima della scadenza che si avvicina rapidamente il 2 agosto 2011, quelli a Washington hanno finalmente elaborato un piano su cui tutti potevano concordare. La spesa sarà ridotta di trilioni di dollari. Il limite del debito è stato alzato abbastanza da far superare il Paese alle elezioni del 2012.

I combattimenti tra i due partiti politici si sono accesi man mano che crescevano i disaccordi su come gestire la crisi finanziaria del paese. Gli insulti e le impronte digitali sono diventati la norma per le diverse settimane di dibattito. Solo quando la senatrice Gabrielle Giffords arrivò per esprimere il suo voto, il Senato si unì, sollevando un applauso e lacrime per salutare il loro collega legislatore. Era la prima volta che Giffords tornava a Washington da quando è stata colpita alla testa da un folle componente a gennaio. Membri di "entrambi i lati della navata" (sia repubblicani che democratici) si affrettarono ad accoglierla dopo la sua apparizione a sorpresa. Dopo il voto, Giffords è tornato a un'intensa terapia fisica a Houston, in Texas.

Mentre la legislazione è passata in tempo per evitare il disastro finanziario per gli Stati Uniti, non è successo abbastanza rapidamente per salvare l'eccellente rating del paese. Standard & Poor, la società di servizi finanziari che determina i rating del credito, ha citato la "mancanza di un'adeguata volontà dei funzionari eletti come gruppo per gestire le prospettive finanziarie medie degli Stati Uniti" come causa del declassamento.

Democratici e repubblicani non hanno perso un colpo nel dare la colpa.

"Penso che loro (il Tea Party) abbiano fumato un po 'del tè e non solo bevuto", ha dichiarato Howard Dean, ex presidente del Comitato nazionale democratico.

I repubblicani erano ugualmente arguti con le loro accuse. Lindsey Graham (R-SC) di Obama e il suo partito hanno dichiarato: "Ciò che era speranza e cambiamento è la disperazione e la confusione".

Istruzioni Video: How The Economic Machine Works by Ray Dalio (Ottobre 2021).