Day for Darfur - 17 settembre 2006
Dal 2003, il conflitto in Darfur tra forze governative sudanesi, milizia etnica ed esercito di liberazione sudanese è infuriato praticamente senza sosta. Come parte di questo agente, è stata condotta una campagna sistematica contro la popolazione civile che fa parte degli stessi gruppi etnici dei ribelli. Le stime risultanti delle morti nel Darfur variano attualmente da 50.000 (Organizzazione mondiale della sanità) a 450.000 (Dr. Eric Reeves, 28 aprile 2006), con la maggior parte delle organizzazioni non governative che usano 400.000 come cifra approssimativa. I totali approssimativi per il numero di donne e bambini violentati, torturati e uccisi sono sconosciuti ma si ritiene che siano tra le migliaia alte.

Ci sono dibattiti sull'opportunità o meno del termine "genocidio", ma è certo che chiamarlo "catastrofe umanitaria" non sarebbe un'esagerazione.

Il 5 maggio 2006, il governo sudanese ha firmato l'accordo di pace con il Darfur con un partito ribelle, ma gli altri si sono rifiutati di firmare insistendo sul fatto che non ha affrontato le questioni chiave fondamentali per il processo di pace. Da quella data, i combattimenti nel Darfur sono notevolmente aumentati e non esiste alcuna forza presente nel Darfur in grado di portare il conflitto a una rapida risoluzione. Solo tra luglio e agosto, oltre 21.000 persone sono state costrette a fuggire dalle loro case mentre i combattimenti tra gruppi armati si intensificavano e portavano a ulteriori attacchi ai villaggi.

E il conflitto non mostra alcun segno di riduzione.

Domenica 17 settembre ricorre l'anniversario di un anno dell'impegno delle Nazioni Unite di fornire sicurezza ai civili di tutto il mondo ed è stata designata come la Giornata internazionale del Darfur. Gli eventi sono previsti in quasi tutte le principali città e includeranno marce di pace, manifestazioni e altre proteste non di conflitto.

Ma dalla comodità del tuo soggiorno / camera da letto / ufficio, ecco alcune cose che puoi fare per partecipare attivamente:


Aggiungi il tuo nome alla campagna del Giorno del Darfur.

Questo impegno online offre anche opzioni per allegare il tuo nome a una petizione che sarà consegnata al Segretario Generale delle Nazioni Unite e al tuo governo:

Petition Me!


Indossa un cappello blu!

Quando le forze di pace dell'ONU entrano in una regione, vengono riconosciute dai berretti blu e dai caschi che indossano. Indossare un cappello blu il 17 settembre simboleggia l'urgente necessità di proteggere il popolo del Darfur con le forze di pace dell'ONU.

E? Hanno anche il loro strumento di photoshopping per aggiungerlo online, dove sarai presente nella "Galleria Blue Hat". Al momento in cui scrivo, sono in prima pagina (e inutilmente eccitato, potrei aggiungere).

Per caricare e creare la tua foto indossando un cappello blu per il Darfur, fai clic qui:


Cappelli blu per il Darfur!


Altre cose di interesse tempestivo che puoi fare per essere già coinvolto!

Cose di interesse attuale!



Così.

Che cosa state aspettando?


Fonti: Human Rights Watch, domande e risposte: Crisis in Darfur, www.hrw.org
Wikipedia.org

Istruzioni Video: Desert Storm February 13 1991 clip 4 (Ottobre 2021).