Perché scrivo di bambini scomparsi e sfruttati
Lo scorso fine settimana è stata la festa del papà, e questo segna l'inizio dell'estate. Ultimamente mi sono ritrovato a pensare ai bambini che ho imparato a conoscere. I bambini che tengo per sempre nel mio cuore. Penso a questi bambini ogni giorno. La maggior parte di questi bambini non li ho mai incontrati e probabilmente non li incontrerò mai. Eppure, ognuno di questi bambini ha una storia di vita che rimarrà impressa nel mio cuore fino al giorno della mia morte.

È strano come, durante la mia vita, quando avrei sentito parlare di un bambino scomparso, rapito o in via di estinzione, la loro storia sarebbe rimasta con me anche decenni dopo, posso dirti dei nomi. Posso vedere i loro volti. Ricordo dove vivevano. Posso dirti se mancano ancora o sono stati trovati sicuri, o se si è verificato lo scenario peggiore e sono morti.

Quasi quotidianamente, cerco i media che cercano, sperando di trovare la storia che un bambino scomparso o rapito sia al sicuro a casa. Purtroppo, le storie non sono così frequenti come quelle che mi dicono che il figlio di qualcun altro è scomparso senza lasciare traccia, o che una famiglia una volta amorevole sta divorziando e mamma o papà scelgono di fuggire dall'area e prendere i propri figli.

Quando sento un suono AMBER Alert, leggo la descrizione e invio le informazioni su Facebook e Twitter mentre prego per un finale sicuro. Le storie più difficili sono tuttavia quelle che leggo sui bambini che vengono sfruttati e abusati fisicamente, emotivamente o sessualmente.

Questa settimana a Saint Louis, diverse fonti di notizie riportano che una giovane madre arrestata dopo che la polizia ha stabilito che l'uomo che ha incontrato online era un molestatore sessuale. Lo incontrò online e mentre chiacchieravano lui le raccontava delle cose orribili, voleva fare con sua figlia. La polizia dice che ha risposto che voleva che lui facesse queste cose al suo bambino.

Quindi ha portato il suo bambino a casa sua e mentre la madre dormiva in un'altra stanza, ha abusato fisicamente e sessualmente della bambina di 4 mesi. Alla fine ha strangolato il bambino, prima, durante o dopo averla violentata. Il coroner ha elencato la causa della morte come asfissia.

Come madre, non comincio nemmeno a permettere alla mia mente di provare a comprendere il dolore e la sofferenza subiti da questa bambina. Era una bambina di appena 4 mesi. Non posso permettermi di scendere di nuovo in quella tana del coniglio. Se lo faccio, non potrei mai tornare indietro.

Invece, prego per quel bambino. Prego per i bambini presi dalle loro famiglie, per le madri che non sanno dove dorme il loro bambino stanotte, per i padri che non possono abbracciare i loro bambini. Prego gli angeli che chiedono loro di volare sopra, sotto e intorno ai bambini e alle loro famiglie. Chiedo agli angeli di tenerli al sicuro all'interno delle loro morbide ali protettive e di bagnarli in una calda luce bianca curativa.

Poi scrivo le loro storie qui. Scrivo in modo che il mondo non dimentichi che una famiglia è distrutta. Prego che forse una sola storia possa fare la differenza in qualche modo.

Scrivo in modo che un giorno un bambino come il Saint Louis Jane Doe avrà il suo nome e la sua identità. Scrivo in modo che anche se la loro famiglia non può farsi avanti per identificarli, non saranno mai dimenticati. Forse qualcuno deciderà finalmente di aiutarla a identificarla.

Questo è il motivo per cui sono l'editore del sito per bambini dispersi e sfruttati di CoffeBreakBlog.

Istruzioni Video: NON È UNO SCHERZO... CI HANNO HACKERATO IL CANALE! [Signor S] (Agosto 2021).