Che cos'è un'isterectomia?
L'isterectomia è la procedura chirurgica maggiore più comunemente eseguita nella donna non incinta. Circa 600.000 isterectomie vengono eseguite ogni anno negli Stati Uniti. Esattamente cosa viene fatto durante l'isterectomia e quali sono le conseguenze? Questo articolo esaminerà questa procedura chirurgica comunemente discussa ma meno compresa.

Per comprendere la procedura è innanzitutto importante comprendere l'anatomia femminile. L'utero si trova nella cavità pelvica, seduto tra la vescica e il retto. La vescica si trova direttamente sulla parte superiore ed è vagamente attaccata al segmento anteriore inferiore dell'utero. Gli ureteri che trasportano l'urina dai reni alla vescica, procedono lungo e sotto i bordi laterali dell'utero e della cervice. Posteriore all'utero è il rettosigmoide (estremità distale del colon che esce dal corpo per diventare ano). Non c'è un attaccamento diretto di questi due organi; semplicemente riposano fianco a fianco. L'utero termina nella cervice che è la porzione distale ed esterna dell'utero che si trova nel canale del parto. La tuba di Falloppio si dirama dalla parte superiore dell'utero per coprire le ovaie ed esistono come strutture separate ma vagamente attaccate.

Le ovaie producono le uova, le tube di Falloppio consentono il trasporto dell'uovo nella cavità uterina. Lo sperma e l'uovo si incontrano nella tuba di Falloppio dove si verifica la fecondazione. L'ovulo fecondato inizia a replicarsi nella tuba di Falloppio, viaggia nell'utero e negli impianti nell'endometrio (rivestimento dell'utero). Gli organi riproduttivi hanno funzioni ben definite. Le ovaie producono l'ovocita o l'uovo e producono anche ormoni che includono estrogeno, progesterone e testosterone. La tuba di Falloppio consente la fecondazione e il trasporto verso l'utero. L'utero è l'incubatore del feto in via di sviluppo e la cervice è la porta che mantiene in posizione il feto in via di sviluppo e consente il parto quando è il momento della nascita.

Un'isterectomia è la rimozione chirurgica dell'utero. A volte l'intero utero viene rimosso mentre a volte la cervice viene lasciata in posizione. Le ovaie e le tube possono essere rimosse al momento di un'isterectomia o separatamente. La rimozione di un'ovaia è descritta come ooforectomia e la rimozione di una tuba di Falloppio è una salpingectomia. Ci sono una miriade di ragioni per cui vengono eseguite le diverse procedure. Una volta rimosso l'utero, una donna non può più avere una gravidanza. Se entrambe le ovaie vengono rimosse, una donna non può produrre un feto e l'assenza delle tube di Falloppio rende impossibile la normale fecondazione.
Poiché questo è uno degli interventi chirurgici più comunemente eseguiti nelle donne, conosciamo tutti qualcuno che ha avuto o sta prendendo in considerazione la procedura. Se ti è stata raccomandata un'isterectomia, assicurati di capire esattamente cosa verrà rimosso e perché. Sii chiaro sui motivi dell'intervento chirurgico e di altre opzioni per affrontare i tuoi problemi. Ciò eviterà qualsiasi rimpianto per la decisione di sottoporsi a un intervento chirurgico e ti aiuterà meglio ad accettare eventuali esiti avversi che potrebbero verificarsi. Il rischio di complicanze è basso ma di certo non si sente così per la persona interessata. Sii un sostenitore di te stesso in modo da poter avere un risultato ideale.

Spero che questo articolo ti abbia fornito informazioni che ti aiuteranno a fare scelte sagge, quindi puoi:
Vivi sano, vivi bene e vivi a lungo!

Istruzioni Video: Fibromi Uterini: tecniche chirurgiche conservative e mininvasive (Dicembre 2021).