Trasformare il rifiuto in azione positiva
Cinque anni, diciotto storie, centottanta volte: questo è stato il numero di proposte che l'autore più venduto Ann Whitford Paul ha inviato agli editori prima che vendesse una storia, ma i suoi sforzi ne sono valsi la pena. Ora ha più di 15 libri per bambini premiati in stampa.

Di fronte al rifiuto, avresti la persistenza di continuare ad andare avanti? Quando decidi che la vita della scrittura è per te, è inevitabile che invii molti, molti più manoscritti di quanti tu abbia pubblicato. Come avvolgi il tuo sé creativo, sensibile e pieno di sentimento in un guscio duro in modo da non spezzarti sotto le critiche?

Il rifiuto non è facile per nessuno, ma ci sono tecniche che puoi utilizzare che ti aiuteranno a rimanere positivo e propositivo.

Prova a ricordare che non è personale
So che è difficile non prendere personalmente il rifiuto, ma tieni presente che ci sono molte potenziali ragioni per cui il tuo lavoro non è stato accettato. Forse l'editore ha già firmato storie simili che sono già in cantiere ma non ancora pubblicate. Forse, anche se hai fatto i compiti, il tuo manoscritto ha colpito la redazione in un momento di transizione. Forse sta abbandonando la sua posizione o i suoi dipartimenti sono in fase di ristrutturazione. Forse il tuo lavoro semplicemente non risuona con un particolare editore. Non importa quanto sei abile, il tuo lavoro può sempre essere migliorato. Continua a perfezionare le tue abilità. Ricorda che ora sei entrato in un club molto d'elite. Sei uno scrittore di lavoro e gli scrittori di lavoro ottengono il loro lavoro rifiutato frequentemente. (Vedi questo link per informazioni su alcuni rifiuti molto famosi e talvolta molto divertenti: //susiesmith13.tripod.com/id12.html.)

Abituati a ricevere feedback
Quando ero al college, ho preso una lezione di poesia da un poeta di fama mondiale. Ero così entusiasta di quella classe. Non vedevo l'ora che iniziassero le lezioni. Poi ho presentato il mio primo poema ed è stato fatto a brandelli non solo dal mio professore ma dai miei compagni di studi. Ogni settimana entravo con un nuovo pezzo di scrittura e ogni settimana era lo stesso processo. Mi sembrava di essere nudo nel mezzo del Colosseo con i leoni che mi balzavano addosso e mi strappavano gli arti. Ho iniziato a odiare la lezione. Ho iniziato a odiare scrivere poesie. Era doloroso, spaventoso e psicologicamente debilitante. Poi un giorno invece di sentirmi sconfitto mi sono arrabbiato molto. Ho preso appunti tranquillamente settimana dopo settimana. Tornai a lavorare a rivedere le mie poesie per ore a tarda notte. Nell'ultima settimana di lezione ho presentato una delle mie poesie riviste. I miei compagni di studio avevano imparato a provocarmi, ma mi sentivo più sicuro mentre aspettavo pazientemente che il professore commentasse la mia poesia. Lo adorava. Ha parlato dei suoi meriti per 15 minuti. Sono stato rivendicato. Più ricevi feedback da fonti qualificate (non familiari e amici, ma colleghi fidati, professori, autori pubblicati, gruppi di scrittura), più facilmente sarai in grado di migliorare la tua scrittura usando i loro commenti.

Prestare attenzione a qualsiasi nota inviata da un editore
Molte delle lettere di rifiuto che riceverai saranno lettere di modulo, ma man mano che avanzi nel numero di invii che fai e nella tua ricerca mirata di editori, di tanto in tanto riceverai un rifiuto con alcune note. Quelle note sono molto preziose! Leggili attentamente. Bethany Roberts, autore di best seller per bambini, ha delle ottime "traduzioni" su ciò che le note degli editori significano davvero a questo link: //www.bethanyroberts.com/rejection_letters.htm#Famous.

Anni fa, ho scritto una serie di libri di matematica da utilizzare nelle aule delle scuole superiori. Ho inviato i miei libri a molti editori diversi e ho ricevuto le comunicazioni standard sul rifiuto. Ho anche ricevuto alcune note attentamente dettagliate da un noto editore di matematica e un'offerta da un altro editore di intervistare un lavoro come assistente al montaggio in una casa editrice di libri di testo. Quel libro non è stato pubblicato, ma mi è stato offerto il lavoro, che ho adorato. Circa dieci anni dopo, mi sono trasferito in California e ho lavorato nello stesso dipartimento del direttore che mi aveva scritto quelle note dettagliate. Non ricordava, ma l'ho fatto.

Continua a migliorare la tua scrittura, cerca viaggi secondari che possano rafforzare la tua esperienza di scrittura e presta attenzione ai consigli che ti arrivano. Goditi il ​​viaggio e la prima volta che ricevi la lettera di accettazione di un editore sarà un giorno che non dimenticherai mai.

Istruzioni Video: Attrazione In Azione - Come trasformare il Subconscio - Meditazione - (Ottobre 2021).