TIA: un potenziale colpo all'orizzonte
L'attacco ischemico transitorio, noto anche come TIA, è una condizione neurologica di breve durata, sebbene significativa, che comporta un rischio significativo di un colpo completo in un prossimo futuro. La parola ischemica è un termine medico che indica la mancanza di ossigeno ai tessuti. L'ischemia può verificarsi praticamente in qualsiasi parte del corpo. Quando coinvolge il cuore si chiama ischemia miocardica (miocardio significa muscolo cardiaco). L'ischemia miocardica transitoria si manifesta spesso come angina. L'ischemia miocardica prolungata provoca un infarto o un infarto del miocardio.

Allo stesso modo, l'ischemia transitoria del tessuto cerebrale viene definita TIA, mentre l'ischemia prolungata nel tessuto cerebrale provoca un infarto cerebrale o un ictus. Non ci sono test diagnostici che possano confermare una TIA, poiché poiché l'ischemia è transitoria, non provoca danni permanenti. Pertanto le scansioni CAT e le risonanze magnetiche possono essere completamente normali negli individui con TIA, nonostante abbiano una significativa malattia dei vasi sanguigni nel cervello. A volte, questi studi mostrano prove della malattia dei vasi sanguigni o persino prove di un ictus qualche volta in passato, il che porta credibilità a diagnosticare i recenti sintomi neurologici come TIA.

La diagnosi di TIA è clinica. In altre parole, quando una persona manifesta sintomi neurologici di breve durata, come debolezza su un lato del corpo, caduta del viso, incapacità di parlare normalmente o altri sintomi che possono essere attribuiti a un determinato territorio vascolare, i medici possono spesso facilmente manifestare la diagnosi di TIA, anche se l'esame fisico è completamente normale al momento in cui il paziente viene effettivamente visto.

Mentre la TIA stessa non causa danni permanenti, la sua importanza è che le persone che soffrono di una TIA sono a rischio di avere un ictus in futuro. Pertanto, è importante consultare un medico per i sintomi neurologici, anche se durano solo pochi minuti. Ciò può aiutare il medico a iniziare immediatamente il trattamento per ridurre il rischio di avere un ictus.

Le linee guida dell'American Heart Association del 2009 e dell'American Stroke Association per la valutazione della TIA includono la possibilità di considerare il ricovero in ospedale di pazienti che cercano assistenza medica entro 72 ore dall'avere avuto una TIA e soddisfano determinati altri criteri. Il sistema di punteggio quadrato ABCD può essere utilizzato per aiutare a prevedere il rischio di ictus futuro. A si riferisce all'età; B è per la pressione sanguigna; C è per le caratteristiche cliniche; D è per diabete e durata, quindi D al quadrato.
Se la paziente ha 60 anni o più, ottiene 1 punto per età. Se la pressione arteriosa sistolica è di almeno 140 mmHg o la pressione diastolica di almeno 90 mmHg ottiene 1 punto per la pressione arteriosa. Se c'è debolezza su un lato del corpo, ottiene 2 punti per le caratteristiche cliniche; se c'è un disturbo del linguaggio, ma nessun altro sintomo neurologico, ottiene 1 punto per le caratteristiche cliniche. Se i sintomi durano più di 60 minuti, ottiene 2 punti per la durata; se i sintomi durano 10-59 minuti ottiene 1 punto. Infine, se ha il diabete, ottiene 1 punto per, ovviamente, il diabete. Se il punteggio totale è almeno 3, è ragionevole ammettere il paziente in ospedale e accelerare il lavoro diagnostico. Tuttavia, anche se il punteggio è 0, il ricovero in ospedale è comunque garantito in alcuni casi.

La linea di fondo è questa, l'ictus è un killer importante e un TIA è un segnale di avvertimento precoce che si è a rischio più elevato del normale di avere successivamente un ictus. Se hai nuovi sintomi neurologici, anche se di breve durata, prendili sul serio. Potrebbe salvarti la vita!

Di seguito è riportato un elenco parziale dei sintomi che POSSONO essere dovuti a un TIA:
- Debolezza di un lato del corpo o persino di una particolare parte del corpo, come un braccio o una gamba
-Visione doppia o sfocata
-Difficoltà a pronunciare o comprendere parole
-Dipingere, vertigini, instabilità o goffaggine
-Mangolio o intorpidimento di un lato del corpo




Istruzioni Video: Yang VS Tifa (RWBY VS Final Fantasy) | DEATH BATTLE! (Settembre 2020).