Strategie per una comunicazione efficace
Questi suggerimenti offrono strategie pratiche per la comunicazione che facilitano la comprensione e costruiscono relazioni.

1. Ascolta senza pensare a ciò che vuoi dire o al motivo per cui chi parla è sbagliato.

Il consiglio più spesso ascoltato, "non pianificare la tua risposta mentre l'oratore parla", è anche la strategia più difficile da adottare. Soprattutto se l'argomento è qualcosa di cui ti senti appassionato, può essere difficile tenere la lingua e ascoltare i commenti con cui non sei d'accordo. Se ascoltare e non pianificare la tua risposta è una sfida per te, considera quanto segue. Ascoltare senza pianificare la tua risposta ti consente di:

• Essere presenti con l'oratore - una mente errante non è una mente impegnata, potresti perdere punti importanti o non riuscire a sentire qualcosa con cui puoi concordare e costruire.
• Trasmettere il tuo rispetto per chi parla - indipendentemente dal fatto che tu sia d'accordo con ciò che viene detto, trasmetti rispetto ascoltando con l'intento di capire.


2. Ascolta con attenzione.
Quando possibile, rimuovere le distrazioni e prestare la massima attenzione all'altoparlante.
• Non rispondere a chiamate, e-mail o SMS durante una riunione o una conversazione.
• Se è necessario rispondere a una chiamata, chiedere al più presto nella conversazione se è possibile parlare in un secondo momento. Se la risposta è no, chiedi al chiamante di mettere in attesa e riprogrammare la conversazione faccia a faccia o di fare una breve pausa.

3. Stabilire un contatto visivo.
Dirigi uno sguardo facile e interessato all'oratore. Dovresti mantenere questo contatto quando sei il relatore. Il contatto visivo aiuta a trasmettere la consapevolezza del momento presente, il desiderio di connettersi attraverso la conversazione e il rispetto per chi parla. Il contatto visivo è importante anche perché:

• Trasmette fiducia in se stessi e autorità - sembrerai nervoso e incerto se il tuo sguardo si sposta costantemente.
• Aiuta a costruire la fiducia: molte persone sono intrinsecamente sospettose nei confronti di coloro che non sono in grado di stabilire e mantenere il contatto visivo.


4. Monitorare il linguaggio del corpo
Non è solo ciò che dici che ti aiuta a trasmettere il tuo messaggio, è anche ciò che mostri. Le nostre parole sono infuse di significato dalla nostra consegna e dal nostro linguaggio del corpo. Quello che dici dovrebbe essere coerente con ciò che l'ascoltatore vede. Quando sei l'ascoltatore, il tuo linguaggio del corpo dovrebbe inviare un segnale non detto che ti impegni a usare la comunicazione - o almeno questo scambio - come strumento di comprensione.

• Adotta una postura rilassata.
• Inclinati in avanti occasionalmente ed evita di incrociare le braccia.
• Siediti dritto con le spalle indietro e cerca di non agitarti
• Se possibile, ruota il tuo corpo verso l'altra persona.
• Non sostare sull'altra persona, tale posizione può essere vista come minacciosa o intimidatoria.
• Esci da dietro la scrivania.
• Utilizzare il contatto fisico, ad esempio toccando una spalla, solo se appropriato.


5. Chiedere e offrire chiarimenti e feedback
Ancora una volta, l'obiettivo di una comunicazione di successo è arrivare a una comprensione comune. L'ascoltatore e l'oratore possono raggiungere questo obiettivo:

• Riaffermare un punto per verificare la comprensione
• Porre domande quando un punto non è chiaro
• Alla ricerca di segnali facciali che suggeriscono che tu e l'ascoltatore non siete sulla "stessa pagina"
• Dichiarare la propria posizione in modo chiaro e onesto
• Astenersi dall'esprimere opinioni come fatti
• Esprimere disaccordo con la posizione senza sminuire la persona
• Dichiarare con calma e rispetto il motivo per cui sei d'accordo o in disaccordo con ciò che hai sentito
• Attendere che l'altoparlante sia terminato prima di iniziare a parlare

6. Prestare attenzione al proprio discorso e tono
Hai mai conosciuto qualcuno che è stato costantemente in grado di dire lo spiacevole senza provocare una reazione spiacevole? Molto spesso tale successo è nel tono e nella scelta delle parole. Quando sei il relatore:

• Usa parole che l'ascoltatore comprende: il linguaggio condiviso spesso può portare a una comprensione condivisa.
• Parla piano e chiaramente.
• Impara a trasmettere passione per la tua posizione senza gridare.
• Quando sei nervoso o ansioso, fai una pausa per un respiro profondo o una rapida parlata interna in modo che la tua voce non si scuota. Questa strategia può essere utile anche quando le preoccupazioni o una brutta giornata fanno sembrare le tue parole involontariamente arrabbiate.
• Scegli le parole pensando all'ascoltatore. I nostri mondi stanno diventando più culturalmente diversi. È importante capire che parole diverse possono suscitare risposte diverse a seconda della visione del mondo dell'ascoltatore.

Che dire della comunicazione scritta? Prova questi suggerimenti:

1. Che si tratti di un'e-mail veloce o di una lettera su carta per scrivere, leggi il tuo messaggio per chiarezza, punteggiatura ed errori di ortografia - scrivi sempre i nomi correttamente.

2. Indica ciò che stai cercando in termini di passaggi successivi. Se sperate di organizzare una riunione, ditelo ed elencate alcune possibili date e orari. Ti aspetti una telefonata di follow-up? Entro quando? Ancora una volta, sii chiaro sull'azione, se presente, che prevedi provenga dalla tua comunicazione scritta.

3.Evita di usare la comunicazione scritta per risolvere un disaccordo o risolvere un problema. Invece, rispetta rispettosamente il problema quando lo vedi, esprimi la fiducia che può essere risolto e chiedi un incontro.

4. Comprendi che tutto ciò che scrivi potrebbe cadere in mani non intenzionali - abbastanza detto.

Istruzioni Video: La comunicazione efficace: 10 regole per migliorare la comunicazione (Gennaio 2022).