Ferma la mentalità della vittima
Avere un'immagine positiva di se stessi può essere difficile quando la vita è sempre, e intendo sempre, picchiarti. Non puoi andare al college perché i tuoi genitori non hanno risparmiato abbastanza denaro, non puoi permetterti un abbonamento a una palestra e non hai mai davvero imparato a cucinare, quindi ovviamente il tuo peso è un po 'più alto di quanto vorresti che fosse. Poi c'è il tuo capo. Non iniziare su di lui, rende la vita un inferno vivente.

Suona familiare? Se lo fa, FERMARLO. Basta adesso! Interpretare la vittima non ti farà mai sentire meglio con te stesso. La mentalità della vittima è un comportamento appreso in cui metti le tue responsabilità e i loro risultati su persone e circostanze al di fuori di te. Reciti i tuoi problemi agli altri in cerca di comprensione e comprensione. Inizia oggi a fare piccoli passi per rompere questo modo di pensare in modo da poter goderti meglio la vita.

La prima cosa da capire è che sei responsabile per te. Non tua madre, non tuo marito, non il governo, nessun altro, solo tu. Accadono cose brutte che ci plasmano? Sì, soprattutto quando siamo bambini, ma non importa quanto siano state brutte le circostanze del passato, scegli tu come rispondere oggi. Prendi le decisioni su come vivrà la tua vita. Non puoi incolpare nessun altro per la tua vita.

Non sto scontando il dolore che può derivare da delusioni, abusi o crepacuore. So come si sentono troppo bene. Tuttavia, quando scegliamo di soffermarci e dare potere a queste ferite, continuiamo a dare potere a coloro che hanno causato il danno. Dare la vita agli altri non è ciò per cui siamo stati progettati.

Quindi, come si cambia la mentalità di una vittima?

Inizia accettando il fatto che la vita non è giusta, ma neanche ingiusta. La vita è. Non ti succede, succede semplicemente. Non c'è forza mistica per prenderti. Tutti noi lottiamo e abbiamo difficoltà, nessuno è immune.

Riconosci che il modo in cui pensi a ciò che ti accade può essere più potente dell'evento stesso. Scegli di incorniciare i tuoi pensieri con gratitudine, perdono e speranza. Questo può sembrare impossibile; lascia che ti assicuri che non lo è. Ho imparato questa lezione in prima persona dopo aver sofferto per anni come vittima di abusi sessuali su minori da parte del mio patrigno. Avevo 40 anni e incolpo ancora i miei genitori per la mia vita quando scelgo di incolpare la mia vita sulla mia infanzia. Sono diventato grato di avere un tetto sopra la testa e le esigenze di base soddisfatte quando ero giovane. Li ho perdonati. Ho smesso di trattenere la rabbia e il risentimento che provavo nei loro confronti. Non fraintendetemi, quello che hanno fatto oggi è sbagliato come lo era quando l'hanno fatto, che non è cambiato, ma non sono più definito da quell'atto. Spero che la mia vita possa essere usata per aiutare gli altri, non che sia stata distrutta anni fa. Non sono vittima di abusi su minori, è semplicemente una parte della mia storia

La vita è troppo breve per sprecarla giocando la vittima. Assumi il controllo e la responsabilità di tutto ciò che puoi. Aiutare gli altri. Non importa chi, non richiede sempre che vengano spesi soldi, ma aiutare gli altri è il modo migliore per dimenticare te stesso e i tuoi problemi.


Prendi la tua vita nelle tue mani e cosa succede? Una cosa terribile: nessuno da incolpare. - Erica Jong

Istruzioni Video: Coronavirus non si ferma, oltre 1000 vittime (Ottobre 2021).