St Madness - Vampires in the Church
St. Madness buttalo giù proprio come il metal dovrebbe essere suonato; cattivo e non dispiaciuto e con un po 'di anima per completare le cose. Non avevo mai sentito parlare di questo vestito dell'Arizona prima di imbattermi in loro su MySpace e ora sono confuso sul perché non ne ho mai sentito parlare prima. Questa è una delle migliori uscite metal che ho ascoltato da un po 'di tempo e questo è il loro sesto disco, quindi ho molto da recuperare.

St. Madness St. Madness mescola la musica sapientemente, evitando la solita blitzkrieg che la maggior parte delle band ti solleva alle orecchie. No signore, questi ragazzi possono suonarlo veloce e pesante e poi tirarsi indietro per qualche hard rock melodico che colpisce tutti i punti giusti. E hanno un sano senso dell'umorismo da avviare, anche se oscuro. Meglio di tutto, mentre altre band offrono fino a 10 o 11 tracce, questi ragazzi consegnano ben 15 senza riempimento (solo una breve traccia strumentale) o lanciano canzoni per aiutare a riempire il set.

Il disco si apre con la traccia del titolo, iniziando minacciosamente con la musica inquietante e il narratore ultraterreno. Scivolando nella canzone, il cantante Prophet prende il comando del microfono con una sicurezza che ti porta subito a bordo. La band è strettamente arrotolata e ti sbatti la testa prima di saperlo. Il profeta suona molto come il cantante di Molly Hatchet a volte, con forse un vantaggio maggiore per il suo suono.

Segue "Speaking in Tongues" e ora dovresti essere in modalità banger completa. Ciò che mi ha davvero venduto la band è stato il prossimo taglio, "Arizona". Questo è un taglio eccellente! Inizia con un'introduzione acustica prima di entrare nel coro della Sabbatia. Il profeta sembra fantastico qui, con la sua voce che ti attira durante i versi e poi taglia l'aria nel ritornello. Non riesco proprio a smettere di suonare questa canzone! Per inciso, è stato scelto per far parte del CD di compilazione Hard Rock / Heavy Metal della Fondazione MS Montel Williams del 2007 per aiutare la ricerca sulla SM.

Ci viene offerto un po 'di delta blues per dare il via al divertente "Covered in Blood Again", mostrando un po' di diversità. E i testi ... Voglio dire, come puoi resistere a una band che canta "Alla ricerca di uno smorgasbord, gli umani hanno molti gusti." Caldo alle sue calcagna è un altro taglio nella stessa vena, "Carl il Clown".

Al di fuori di "Arizona", ci sono due punti salienti del record per me. Il primo è "Head", che è un'altra traccia divertente con un'ammissione diretta da parte del Profeta sulla sua visione delle relazioni. La sua voce nel primo verso suona molto come Ozzy prima di tornare al suo canto più gutturale per tutto il resto. Roba eccellente.

Arrivare subito dopo la canzone è l'altro punto alto; "Da allora in poi". Questo è un taglio più lento che suona come Sabbath (sul coro) mescolato con Blue Oyster Cult (versi). Un taglio malvagio e malvagio che non riesco a smettere di suonare. Forse il taglio in cui il Profeta brilla di più.

Il resto dei tagli è tutto compito di rendere felici le tue orecchie. Notevole è una cover di "Walk" di Pantera che i ragazzi realizzano alla grande.

Se ti piace la musica hard rock di tipo Ozzy con una dose letale di umorismo, consiglio vivamente a tutti di dare un'occhiata a questa fantastica band. Non posso che elogiare questo record e garantire che non rimarrete delusi. "Vampires in the Church" ruota con una varietà di stili qui che dovrebbero soddisfare quasi tutti. I cavi della chitarra sono estremamente nitidi e condensati in modo ottimale e le loro canzoni sono tutte dotate di un gancio memorabile. Questa band merita di far ascoltare la loro musica da un vasto pubblico. Una volta che le persone le ascoltano, il resto è ovvio. Hit loro MySpace (vedi link sotto) per esempi

Istruzioni Video: Vampires in the Church (Ottobre 2021).