Il potere della comunicazione
È importante ricordare che qualsiasi modo di comunicazione che insegniamo ai bambini funziona solo se hanno il potere di far accadere le cose e possono scegliere ciò che vogliono dire. Quando mio figlio si è iscritto alla nostra scuola elementare locale, gli abbiamo dato 3 x 5 carte fissate a un portachiavi, con immagini e frasi semplici come "Let's play tag" o "Let's climb on the jungle gym" o "Let's play catch".

Agli studenti più anziani è stato assegnato il compito di rispondere alle carte e hanno funzionato molto bene nelle prime poche pause. Siamo rimasti felici fino a quando non ha smesso di usarli. Quando ho parlato con i suoi studenti "aiutanti", mi hanno detto che all'inizio era divertente usare le carte con lui, ma tutto quello che voleva fare era giocare tag, e non volevano giocare tag tutto il tempo. Quando la carta che voleva usare smise di funzionare, smise di usarle tutte.

Più tardi, quando usò un dispositivo di comunicazione che registrava le frasi pronunciate nei vari pulsanti, qualcosa che voleva in un angolo era uno scherzo. Questo è stato un uso perfetto per il dispositivo perché una frase viene ripetuta più volte e all'improvviso un bambino può cambiare l'ultima riga, sia che abbia senso o meno, e solo i suoi colleghi sanno perché è divertente.

Voleva anche che venissero registrate osservazioni che portassero alcuni dei suoi compagni di classe ad essere portati in ufficio, ma il personale della scuola non permise che fosse aggiunto. Erano già delusi dal successo delle battute knock-knock. Ciò che a mio figlio è piaciuto di più di questo dispositivo è stato il volontariato dei suoi compagni di classe per registrare messaggi sulla loro (condivisa) giornata scolastica, affinché potesse "raccontarmi" a casa. Avere un ascoltatore interessato è una grande risorsa per qualsiasi forma di comunicazione.

Le scelte di comunicazione appropriate all'età raramente potrebbero essere immaginate dagli adulti che imparano a programmare i dispositivi. Ho scoperto che i suoi compagni di scuola materna tradizionali spesso potevano "leggere la sua mente" e interpretare parole e suoni che faceva in intere conversazioni.

Non ha raccolto tutto ciò che i suoi compagni di classe hanno modellato. Se avesse interrotto durante la storia, le sue osservazioni riguardavano sempre qualcosa nella storia, mentre i suoi compagni di classe tradizionali avrebbero interrotto qualcosa di totalmente estraneo. Non ha mai fatto avanzare a quel tipo di interruzione, ma è stato meraviglioso sentirli spiegare all'insegnante cosa stava dicendo e vedere il sorriso sul suo viso quando lei ha risposto in modo appropriato.

I suoi compagni di classe potevano finire le frasi l'uno dell'altro in modi che non potevano essere eguagliati da nessun adulto. I figli dei miei amici e la maggior parte dei bambini vicini adoravano imparare la lingua dei segni e altri modi per comunicare "segretamente" con mio figlio e gli altri. Dato che così tanti bambini che hanno ritardi nella comunicazione o difficoltà di articolazione o rinunciano e si ritirano, o sono così determinati a interagire, comunicano attraverso comportamenti che gli adulti identificano come aggressività, mi sono sentito molto fortunato che mio figlio avesse così tante vie di comunicazione.

In prima elementare uno dei suoi compagni di classe mi ha detto dopo aver dato la mia introduzione all'inizio dell'anno, "Mi dice cose che non te lo diranno mai!" E in seconda elementare lo stesso ragazzo disse: "Patrick e io diventeremo biologi marini quando diventeremo grandi e lo porteremo con lui * con noi!" Ho trovato entrambi questi commenti così allarmanti da poter chiudere gli occhi e vedere i miei dintorni nel momento in cui li ho sentiti.

Supportare la comunicazione tra compagni di classe e colleghi e aiutare l'amicizia tra estati non deve essere un'impresa ad alta tecnologia e intensiva. A volte gli amici che facciamo sono solo le persone a cui ci sediamo accanto e quelli che condividono le nostre esperienze ordinarie. I nostri figli possono imparare gli uni dagli altri se forniamo strumenti semplici e opportunità per crescere con le aspettative di appartenenza e ricordare come abbiamo stabilito relazioni quando eravamo giovani. Potrebbe non avere molto a che fare con la comunicazione verbale.

Ogni individuo merita l'opportunità di esprimere ciò che vuole sapere in qualunque modo si adatti alla propria capacità di comunicare, sia in questioni pratiche, opinioni o filosofia. Compagni di classe, insegnanti, professionisti medici e genitori possono indovinare cosa significano i nostri figli. L'autodeterminazione richiede opzioni e scelte che possono essere date per scontate dai loro colleghi principali.

Cerca nella tua libreria, biblioteca pubblica o rivenditore di libri online locale come Amazon.com i libri su come incoraggiare e migliorare la comunicazione come:
Partner comunicanti: 30 anni di costruzione di relazioni reattive con bambini che parlano in ritardo, inclusi autismo, sindrome di Asperger (ASD), sindrome di Down e sviluppo tipico

"Non abbiamo bisogno di un dispositivo vocale - so cosa sta cercando di dire mio figlio."
Perché non è abbastanza buono.
//niederfamily.blogspot.com/2013/07/i-am-not-mind-reader-and-neither-are-you.html

Guida alle risorse: difficoltà motorie orali Bambini con sindrome di Down
//ndsccenter.org/worpsite/wp-content/uploads/2012/03/OralMotor.pdf

Neonati che dormono attraverso la notte: un mito PERICOLOSO
//www.youtube.com/watch?v=e2PfSaHwSco&feature=share

Istruzioni Video: Il potere delle parole giuste | Vera Gheno | TEDxMontebelluna (Settembre 2021).