Un'avventura in taxi a New York
Splendidamente vestita con un kimono bianco inamidato, la mia hostess si inchinò gentilmente mentre mi salutava. Circondato da statuette e piccoli buddah, era difficile lasciare il mio sereno ambiente giapponese infuso per le affollate strade di New York City, ma avevo ricevuto una chiamata da un amico. Aveva avuto un colloquio di lavoro prima quella mattina e avevamo deciso di incontrarci più tardi.

Troppo lontano dalla mia destinazione per camminare, ho fermato un taxi e ho detto all'autista che ero diretto a East Broadway. Il primo autista disse: "No." Tuttavia, l'autista successivo, un uomo di mezza età bello e ben fatto, con un accento mediorientale mozzafiato, acconsentì e io saltai.

Dall'esterno, tutti i taxi gialli sembrano uguali. Ma questo era dotato nella parte posteriore di un televisore, completo di pubblicità e di una macchina per carte di credito. "Accidenti", dissi, "non puoi allontanarti dagli spot pubblicitari nemmeno per un minuto".

Ridacchiò e annuì piano. "Sto cercando di tornare a casa a vedere i miei figli", ha detto. "Il tempo è così bello."

Che ammirevole, ho pensato. Più parlava dei suoi figli, più diventava accattivante. Poi improvvisamente, eravamo a Broadway a due isolati da Central Park, proprio dall'altra parte della FAO Schwartz. Si avvicinò al marciapiede e attese.

"Perchè ti sei fermato?"

"Questa è Broadway."

Sapevo che era Broadway. Sono stato qui dozzine di volte prima. "No, ho bisogno di East Broadway."

"Questo è. Questa è Broadway. Solo andata verso est. L'altro ovest. "

Ora le cose erano cambiate. Il bel tassista di New York City non sembrava più giusto. Perché dovrei sapere di più su New York che sul mio tassista, ho pensato. Chi di noi è il turista?

"È a Chinatown", dissi.

Si affrettò a voltarsi in questo modo e attraverso la città. Sa cosa sta facendo? Dove sta andando? Dove mi sta portando!

Il Bronx, ho pensato. Poi regine. Ma l'East Broadway che volevo era a Chinatown.

Sono finalmente arrivato a East Broadway? Sì, alla fine, ma a quale costo.

Condivido questa storia perché, in qualità di esperto di viaggi MidAtlantic USA di CoffeBreakBlog.com, voglio che tu sia preparato. È facile affidare la nostra fiducia negli altri per le indicazioni stradali, ma quando viaggi, è una buona regola empirica sapere sempre dove stai andando. Anche quando prendi un taxi, traccia un percorso nella tua testa. Quindi, se finisci nel posto sbagliato, puoi assicurarti di sapere come arrivare dove vuoi andare.



Istruzioni Video: MIT: Manhattan would be OK with far fewer taxis (Ottobre 2021).