Non è un film di Natale?
È impossibile non associare il Natale a "It's A Wonderful Life" (1946). Sono così sinonimo l'uno dell'altro che, sebbene ci siano altri film che possono essere considerati elementi fondamentali delle festività natalizie, nessuno di loro si avvicina tanto quanto "It's A Wonderful Life" (1946). Potresti immaginare il Natale senza questo meraviglioso classico?

Tutto è iniziato con una storia di Philip Van Doren intitolata "Il più grande dono" che segue George Pratt, un uomo che sta per suicidarsi quando incontra uno sconosciuto che concede il desiderio di George di non essere mai nato. Mentre Doren non è stato in grado di trovare un editore, ha pubblicato la storia come una cartolina di Natale da inviare ai suoi amici e familiari. Alla fine, la storia è arrivata ai produttori di RKO Studios.

Dopo essere stato girato per alcuni anni, non potendo trovare un regista o uno scrittore per costruire il racconto, è arrivato al regista Frank Capra. Capra era appena tornato dal servizio nella seconda guerra mondiale e voleva fare un film che celebrava la vita ordinaria del cittadino americano. Secondo lo stesso regista, il tema del film era "la fiducia dell'individuo in se stesso". Vi furono riscritture rigorose ma alla fine è emersa "It's A Wonderful Life".

Inizialmente, RKO voleva che il film fosse un veicolo per Cary Grant, ma era preoccupato per un altro film, la futura base di Natale, "The Bishop's Wife" (1946). Henry Fonda è stato anche un altro candidato forte per il comando, ma ovviamente il ruolo è stato assegnato a Jimmy Stewart. Come Capra, anche Stewart ha prestato servizio nella seconda guerra mondiale e alcuni storici credono che la guerra abbia cambiato le sue scelte in ruoli recitativi, poiché erano più a tema oscuro rispetto ai film che ha fatto prima della guerra. "It's A Wonderful Life" è stata la sua prima incursione in film a tema un po 'più oscuri ed è stata la sua occasione per dimostrare a se stesso che aveva ancora quello che serve per lavorare di nuovo a Hollywood.

Quando il film fu finito, la data di uscita prevista doveva essere un po 'di tempo nella primavera del 1947. Ma poiché la scelta originale di RKO Studios per un'uscita natalizia non era ancora pronta, lo studio portò "It's A Wonderful Life" a una versione limitata su 20 dicembre 1946. Tuttavia, per qualche ragione sconosciuta, fu commercializzato come commedia romantica, chiaramente l'esatto contrario.
Le anteprime originali sarebbero state incentrate sulla storia d'amore tra George e Mary (Donna Reed) e poco altro.

Non a caso, "It's A Wonderful Life" è stato aperto a recensioni contrastanti ed è stato rinviato per una pubblicazione generale fino a luglio dell'anno successivo. Il marketing potrebbe essere incolpato o potrebbe essere che un altro film della Seconda Guerra Mondiale abbia rubato il suo tuono sia finanziariamente che criticamente, "I migliori anni della nostra vita" (1946). "It's A Wonderful Life" è stato nominato per cinque premi Oscar tra cui "Miglior film", "Miglior regista" e "Miglior attore", ma "I migliori anni della nostra vita" hanno conquistato quattro delle cinque nomination.

Successivamente, "It's A Wonderful Life" è andato via silenziosamente e alla fine è diventato di dominio pubblico, motivo per cui è riemerso in televisione durante il periodo natalizio degli anni '70. Quando Frank Capra, il regista, è stato interrogato sul suo rinnovato successo, ha detto: "È la cosa più dannosa che abbia mai visto ... Non l'ho nemmeno considerata una storia di Natale quando l'ho incontrata per la prima volta. Mi è appena piaciuta l'idea. "

Istruzioni Video: Vacanze di Natale a Forte dei Marmi - Ufficiale Film Completo (Gennaio 2022).