Nessuna riforma delle agenzie di rating
L'attuale crisi finanziaria globale ha provocato grandi cambiamenti in quasi tutti i settori. Le agenzie di rating del credito, uno dei principali colpevoli della crisi, sembrano in qualche modo sfuggite incolume. Fino ad ora.....

Quando si è trattato di valutare un'obbligazione, c'erano solo tre società che lo hanno fatto e tutte hanno sede negli Stati Uniti. Le tre aziende sono Standard & Poor's, Moody's e Fitch.

Ma ora è cambiato. C'è un nuovo giocatore in città. È la Dagong International Credit Rating Company cinese.

Questo ha senso. La Cina, il più grande detentore del debito sovrano nel mondo, con quasi 2,5 trilioni di dollari vorrebbe avere una voce in più sul rischio e sulla ricompensa che Pechino ritiene appropriata per i suoi investimenti.

Ha già suscitato molto scalpore abbassando il rating del debito degli Stati Uniti rispetto all'AAA. Ha abbassato il suo rating ad AA con una prospettiva negativa.

Questa potrebbe essere solo politica, ma ciò che Dagong ha detto sui suoi concorrenti è pertinente e suona vero.

Ha accusato i suoi rivali americani di essere politicizzato. Ha detto che le tre agenzie di rating erano "troppo vicine ai clienti" [Wall Street] e altamente ideologiche - "gli Stati Uniti saranno sempre un rating AAA" - e quindi hanno perso la loro obiettività nelle obbligazioni di rating.

Come per confermare la critica cinese, il Wall Street Journal ha recentemente riferito che le tre grandi società di rating del credito statunitensi hanno fatto una richiesta urgente ai loro nuovi clienti.

Quella richiesta? "Non usare i nostri nomi su emissioni obbligazionarie!"

Perché? Perché la nuova legge sulla riforma finanziaria li ha resi immediatamente responsabili della loro valutazione.

Quindi, invece di difendersi e sostenere il loro lavoro, le tre società hanno sostanzialmente detto al mondo "La Cina ha ragione. NON fidarti di noi!"

Le tre grandi società di rating del credito sono state fortemente criticate a seguito della crisi finanziaria globale e giustamente.

Le ditte hanno valutato ogni pezzo di spazzatura emesso da Wall Street come AAA, purché siano state ampiamente compensate da Wall Street.

Questo intrinseco conflitto di interessi NON è stato affrontato dalla nuova legge sulla riforma finanziaria, quindi anche gli europei si stanno unendo ai cinesi e presto istituiranno la propria agenzia di rating del credito.

Le agenzie di rating possono essere inserite nella categoria troppo grande per fallire e troppo stupida per sopravvivere. L'incompetenza di queste aziende, o è una complicità, è davvero eccezionale.

In qualsiasi vera legislazione di riforma finanziaria, il loro monopolio sostenuto dal governo avrebbe dovuto finire e le imprese avrebbero dovuto essere chiuse o almeno completamente rinnovate per renderle veramente indipendenti.

Sembra che il monopolio corrotto stia comunque finendo, grazie a cinesi ed europei.

Istruzioni Video: Migranti, Di Maio: "Nessuna spaccatura ma a Fico parlo di persona, non a mezzo stampa" (Dicembre 2021).