I manufatti del museo non dovrebbero mai essere usati
Quando un museo porta un oggetto nella sua collezione permanente, quell'oggetto “si ritira” dal suo scopo originale. I set da tè non verranno utilizzati per servire il tè, non saranno più indossati abiti vintage e le persone non potranno sedersi sui mobili.

Questo è un concetto di base nella professione museale, è difficile trovare risorse a supporto di questa idea. Dopo aver effettuato l'accesso, un oggetto non viene più utilizzato. Mai.

Lo scopo principale del dipartimento di raccolta di un museo è quello di preservare e proteggere i manufatti di cui gode la fiducia pubblica. Per fare ciò, è necessario seguire regole specifiche per la gestione dei manufatti. Gli oggetti in un museo non vengono più trattati come quando erano di proprietà privata. Ad esempio, i guanti di cotone bianco vengono utilizzati quando si toccano la maggior parte dei manufatti (tranne vetro e porcellana). Tazze da tè, teiere, valigie e altri oggetti con manici non vengono più raccolti dai manici. L'abbigliamento è appeso su grucce imbottite appositamente realizzate o piegato e posto in una scatola priva di acidi.

Un museo è stato recentemente nelle notizie per una sfilata di moda di lingerie vintage. Il giornalista si riferiva ai "puristi dei musei" che non avrebbero permesso che un simile evento avesse luogo. Non siamo "puristi". Siamo formati da professionisti museali. Nessuno che lavora in un museo dovrebbe permettere ad abiti, cappelli, gioielli, scarpe o altri oggetti vintage di essere indossati da un modello dal vivo in qualsiasi circostanza.

I manufatti del museo devono essere protetti da una manipolazione eccessiva. Dovrebbe essere ovvio a coloro a cui è affidata la cura delle collezioni che i capi non debbano mai essere indossati. Visualizzarli su un abito può sottoporre alcuni tessuti a stress inutili, per non parlare del trauma che comporta indossare un abito vintage!

Alcuni manufatti potrebbero essere dimostrati da personale e docenti del museo addestrati, come un pianoforte, una ruota che gira o un carillon. Le linee guida dovrebbero essere stabilite in anticipo tra il personale curatoriale e quello educativo al fine di ridurre al minimo i potenziali danni agli artefatti. Chiunque dimostrerà un artefatto dovrebbe ricevere un addestramento speciale prima di usare l'artefatto.

Se un museo intende utilizzare una donazione, è necessario completare documenti separati. Il donatore e il museo dovrebbero trovarsi sulla stessa pagina per quanto riguarda l'intenzione di una donazione. Ad esempio, se una banca locale sta ristrutturando la sua sala riunioni e desidera donare il suo vecchio tavolo e le sedie per uso museale, i documenti delle donazioni dovrebbero essere classificati come "dono non accessibile", il che significa che il personale del museo utilizzerà effettivamente il tavolo e sedie per riunioni.

Se la donazione è accessibile come parte della collezione permanente del museo, non dovrebbe mai - in nessun caso - essere utilizzata.

Istruzioni Video: Gli Archeologi Non Credevano Ai Loro Occhi Davanti A Questa Scoperta (Dicembre 2021).