Lydia, l'autostoppista fantasma

Non importa da dove veniamo, la maggior parte di noi appassionati di fantasmi ha ascoltato la storia dell'adolescente uccisa sull'autostrada mentre si recava al (o dal) ballo del liceo. Dal momento della sua morte, il suo fantasma viene incontrato da molti conducenti sulla stessa autostrada dove ha perso la vita. Di solito viene vista in piedi vicino all'autostrada nel suo abito da ballo bianco. L'autista la solleva per darle un passaggio, solo per vederla scomparire davanti ai suoi occhi (di solito è un maschio).

A volte la storia va un po 'diversamente: l'autista la lascia a casa sua, poi torna a controllarla in seguito solo per essere raccontata dalla madre anziana che la ragazza era stata uccisa su quell'autostrada molti anni fa e che lui non è stato il primo uomo a incontrare lo spirito di sua figlia.

Alcune persone credono che la storia originale riguardi una giovane donna di nome Lydia, che è stata uccisa sulla strada per la sua casa a High Point da una danza a Raleigh nel 1923.

La scena della sua morte era su una strada asfaltata che collegava Greensboro e High Point. Lydia e il suo ragazzo stavano guidando attraverso un sottopasso della ferrovia a Jamestown, dove si scontrarono con un altro veicolo, uccidendo Lydia all'istante.

Nel corso degli anni, adolescenti e altri residenti nell'area di Jamestown affermano di aver visto Lydia a volte vicino a una strada sterrata che passa dal sottopasso.

In una piovosa mattina di primavera del 1924, uno dei viaggiatori della Highway 70 (ora High Point Road), Burke Hardison, vide una giovane donna dai capelli scuri in un abito da festa in piedi sul lato della strada vicino al vecchio sottopasso, che appariva per chiedere aiuto.

Hardison afferma di essersi fermato e di dare un passaggio alla ragazza. Gli disse che aveva bisogno di tornare subito a casa a High Point perché sua madre sarebbe stata così preoccupata per lei.

La ragazza diede a Hardison il suo indirizzo e poi apparentemente si addormentò. La svegliò mentre si avvicinavano alla loro destinazione e cercò di scoprire la sua storia. Gli disse poco, solo che si chiamava Lydia e aveva bisogno di tornare a casa.

Quando arrivarono a casa della ragazza, Hardison uscì dal veicolo per aprire la portiera della macchina. Quando arrivò al suo fianco della macchina, la ragazza era scomparsa!

Incapace di contenere la sua curiosità, Hardison andò alla porta della casa dove la ragazza sosteneva di vivere. Quando bussò alla porta, una donna gli disse che sapeva perché era lì. Ha continuato dicendo che sebbene pensasse che stesse dando a sua figlia, Lydia, un passaggio a casa, sua figlia era morta da alcuni anni. Gli disse che diverse persone avevano bussato alla sua porta con la stessa storia. La donna era molto triste e "desiderava che qualcuno potesse riportare a casa sua figlia".


Riferimenti:

Roberts, Nancy. Guida illustrata a fantasmi e misteriose occorrenze nel Vecchio Stato del Nord. New Jersey: Castle Books, 1975.
//new.pineapplepress.com/pdf/378-5%20Pages%2024-27.pdf

Istruzioni Video: EP12-LA MUJER FANTASMA (Agosto 2021).