Guardando indietro alla Philly Beer Week 2010

Nel 2010, la Settimana della birra di Philly ha lasciato la sua tradizione secolare di due anni come evento di follia di marzo e ha forgiato una nuova frontiera con un calendario molto più temperato all'inizio di giugno. È stata una buona mossa. Piuttosto che competere con il Philadelphia Flower Show, il St. Patty's Day e l'ultima canzone dell'inverno, ha dato agli amanti della birra l'opportunità di fare la loro birra preferita su una terrazza all'aperto, bar-hop in pantaloncini e canottiere ed esplorare la storia di Filadelfia con la birra in background, se così dovessero scegliere.

Con la neve che cade all'inizio di gennaio, questi ricordi della Philly Beer Week dell'anno scorso inondano la mia memoria e ricaricano le mie aspettative per quello che verrà tra soli sei mesi. Il libro di Don Russell del 2008, Philly Beer Guide di Joe Sixpack stimolato il lancio della prima Philly Beer Week. In soli tre anni, Filadelfia ha conquistato la torcia come protagonista nella scena della birra della nazione, presentando oltre 1.000 eventi durante la settimana di 10 giorni che stimolano l'appetito di turisti, principianti della birra e appassionati. Altre città incentrate sulla birra si sono unite all'eco dell'entusiasmo di Filadelfia per l'elisir ambrato con le loro settimane di birra, ma nessuna si è ancora avvicinata al numero di eventi o al livello di impegno stabiliti da quelli nell'area di Filadelfia.

Con oltre mille eventi, i clienti devono disporre di un piano d'azione. Filadelfia è dove è nata l'America, la prima capitale del paese, il cuore della libertà e della scelta. Anche con le migliori intenzioni, non sarai in grado di toccare più di una manciata di eventi e la libertà e la scelta suonano più vere durante la Philly Beer Week. Di seguito una breve sinossi dei migliori:

L'apertura di Tap segnala l'inizio della Philly Beer Week ogni anno. È un evento da non perdere in cui il sindaco di Filadelfia batte il "primo barile" con l'HOG. Se quella frase ti sembra criptica, lascia che ti spieghi. HOG è Hammer of Glory, una mazza tipo martello con il logo Philly Beer Week. La mattina prima del Tap di apertura della Philly Beer Week, l'HOG viene portato nei quartieri di Filadelfia da birrai, birrerie, celebrità e pubblicisti nei modi più creativi che possono immaginare. Viaggia in bicicletta, a cavallo, in carrozza trainata da cani, zip line, Delilah's Girls, Kenzinger Express Train Kinetic Sculpture, Varga Pin-up Girls su pattini a rotelle, un aspetto simile a Rocky e persino il "Chariot" dalla stazione hostess a Brauhaus Schmitz. I proprietari di Brauhaus Schmitz Doug Hager e Kelly Schmitz, vestiti rispettivamente con i tradizionali lederhosen e dirndl tedeschi, sono stati onorati di aver eseguito l'ultima tappa del viaggio, presentando l'HOG a Benjamin Franklin presso il Philadelphia Independence Center per la consegna finale al sindaco Michael Nutter.

Il "primo barile" è sempre una birra prodotta appositamente per l'occasione. Nel 2010, quattro birrifici - Stoudts, Troegs, Victory Brewing e Yards - si sono uniti al capo birraio Brian O’Reilly a Sly Fox per creare una birra collaborativa per questo evento di apertura. Il risultato, Brotherly Suds 1, è stato un ESB una volta preparato, molto saltato, con sapori di noci tostate, caramello, agrumi e terra.

Se stai cercando di incontrare Who's Who in Philly Beer, li troverai al Tap di apertura. Tra le élite di Philly c'erano i fondatori della Philly Beer Week: Don Russell, attuale direttore della Philly Beer Week, Bruce Nichols, (1948-2010) che era stato presidente del Board of Philly Beer Week, e Tom Peters del Monk's Café, così come Rosemarie Certo di Dock Street Beer, la scrittrice di birra Woody Chandler, Joe Gunn di Jose Pistoles, Fergus Carey of Fergie's Pub, Carol Stoudt of Stoudt's Brewing, Curt Decker of Nodding Head Pub, Beer Fox Carolyn Smagalski (il tuo vero), Lord Chesterfield di Yuengling, Mat Falco e Neil Harner di Philly Beer Scene Magazine, Jason Harris di Keystone Homebrew e padre Kirk Berlenbach, un sacerdote episcopale di St. Timothy, sponsor ufficiale dell'evento di apertura.

Nota a margine: Padre Kirk ha eseguito una missione di salvataggio per Opening Tap quando i regolamenti di spostamento del Pennsylvania Liquor Control Board hanno reso lo stato no profit della Philly Beer Week inadatto a sponsorizzare l'evento. Berlenbach si avvicinò al piatto e prese l'evento dal tuorlo. Nel conteggio finale, la chiesa ha guadagnato diverse migliaia di dollari e Philly Beer Week ha guadagnato un nuovo eroe in padre Kirk.

Dopo aver aperto Tap, gli eventi si sono svolti come un tappeto d'oro per i festaioli amanti della birra. Seguono pensieri casuali che ricoprono i festeggiamenti (in nessun ordine particolare):

Tom Peters e Fergus Carey, proprietari del Monk's Café al 16 ° e Spruce Streets, hanno presentato una cena all-lambic, con Frank Boon, Armand Debelder e Jean Van Roy, sotto la direzione dell'ospite Executive Chef Brian Morin del beerbistro di Toronto.Gli abbinamenti cibo e birra erano magnifici: zuppa di cozze e gueuze con pasta sfoglia, servita con Brasserie Cantillon Classic Gueuze; Panna Cotta di granchio, gueuze e piselli dolci con gueuze creme fraiche fatta in casa, servita con Brouwerij Boon Oude Gueuze; Insalata di asparagi bianchi a base di uovo di quaglia, micro verdure e gueuze e vinaigrette di gueuze al tartufo bianco, servita con Brouwerij Boon Kriek; Salmone grigliato, porri brasati gueuze con creme fraiche e scaglie di aglio, servito con Brouwerij 3 Fonteinen Doesjel; Squab arrosto e fichi secchi al forno, con spugnole, pancetta, bietole, foie gras e patate al dito, servito con Brouwerij 3 Fontenien Schaerbeekse Kriek; Chaource invecchiato in grotta con brioche di noci e composta di ciliegie, servito con Brasserie Cantillon Rose de Gambrinus; Fragolina Dolcecuore con fragole glassate Rodenbach, panna montata e coulis di rabarbaro, servito con Brouwerij Rodenbach Grand Cru.

Bruce Nichols, comproprietario della Headhouse, presentava un Pimp My Rye Party, che mostrava il birraio di Dock Street Ben Potts e il suo Rye IPA completamente sfruttato al 7,8% ABV. I frequentatori di feste vestiti con i loro abiti più brufolosi - Renata Certo-Ware, ornato di anelli sgargianti su ogni dito e collant leopardati; Rex Phailer, prendendo in prestito la maschera piumata di Renata per un servizio fotografico di "buon sport"; Rob Havens, sfoggiando risvolti di setose banconote da un dollaro e appariscenti gioielli d'oro, e lo stesso appariscente Bruce Nichols, incantato dal sentimento reale della Kingpin Crown, recentemente conquistata da Dock Street.

Clone Brew Wars al Varga Bar è stato presentato dai ragazzi di Beers of Legend Rocco DiCicco e Jon Nitka. Con l'assistenza di Jason Harris di Keystone Homebrew Supply, il leggendario team ha confrontato i cloni homebrew con le loro controparti commerciali magistrali, mentre una casa piena di gente ha assaggiato e votato sotto un soffitto sexy di ragazze pin-up Varga. Famosi produttori di birra come Nate Walter, Dell Massey, Brian Johnson e Tom Sherwood, Steve Robson e Doug Buddle hanno gareggiato per gli onori. Nel calore finale, Doug Buddle è stato nominato Campione di Clone Brew Wars.

Zythos America si è tenuto presso il Museo di Archeologia e Antropologia dell'Università della Pennsylvania, noto anche come Penn Museum, il 13 giugno 2010. L'evento è stato un po 'caldo per i deboli di cuore, tenuto senza il beneficio dell'aria condizionata nel maestoso La Galleria dell'Alta Egizia e la Rotonda cinese dello storico museo, ma il flusso di rare birre dalla scena internazionale ha reso questo evento un successo sbalorditivo. Tra i più memorabili c'erano: La Chouffe e Chouffe Houblon della Brasserie d'Achouffe; Embrasse di de Dochter van de Korennar; Netebuk e Kalle, birra avvolta nel tessuto; Potteloereke di Huisbrouwerij Sint Canarus; Sint Canarus Tripel; Tripel Karmeliet; e una serie di birre della Brasserie Abbaye Des Rocs, Montignies-sur-Roc, Belgio. Erano presenti anche celebrità della birra: Christine Celis, figlia di Pierre Celis, Beer Ambassador di C2 Imports; Dale van Wieren, autore di American Breweries II; Tony Forder, editore di Ale Street News; Kjetil Jikiun di Nogne ø; Ray McCoy e Cornelia Corey, squadra marito / moglie ed entrambi ex campioni di Beerdrinker of the Year; e Rob Tod, proprietario della Allagash Brewing Company a Portland, nel Maine.

L'evento di degustazione di Michael Jackson ha visto la partecipazione di Randy Mosher presso la sede centrale in Headhouse Square. Mosher, autore di Brewing radicale e Degustazione Birra, ha tenuto un discorso educativo su sei birre, seguito da un sontuoso buffet e dall'opportunità di assaggiare dozzine di birre negli eclettici piani superiori della Headhouse di proprietà di Nichol.

La McGillins Old Ale House, fondata nel 1860, celebrò il suo 150 ° anniversario con una cena pseudo-formale che attirò l'attenzione della stampa e suscitò alcuni fantasmi sulla sua scia.

Il 15 giugno, due giorni dopo la "fine ufficiale" della Philly Beer Week, il Monk's Café presentava una leggendaria cena "That 'a Wrap" con Vinnie e Natalie Cirluzo della Russian River Brewing Company in California. Lo chef esecutivo Brian Morin del beerbistro di Toronto era di nuovo al timone degli ospiti, creando gli abbinamenti più deliziosi tra birra e cibo nel panorama gustativo di Filadelfia. Le caratteristiche principali del menu sono state: Consacrazione Cannoli: consacrazione foie gras salato consacrato con ciliegie in salamoia, servito con consacrazione del fiume russo su brutta copia; Crusty Lobster Roll: Damnation tempura, micro-verdure locali, limone, soia, vinaigrette al tartufo bianco, servito con Russian River Damnation su brutta copia; Zuppa di funghi: spugnole, tartufi estivi, pasticceria burrosa e salvezza, serviti con Russian River Salvation; Maiale in una coperta: filetto di maiale, albicocche e purea di piselli dolci, patate arrosto al lardo, servite con Ale russa di registrazione del fiume su brutta copia; Walnut Crusted Blu di Bufala: gorgonzola di bufala crudo con miele balsamico Supplication pioviggine, servito con Russian River Supplication su brutta copia; e Beery Berry Pie con Gueuze creme fraiche, servito con Russian River Temptation su bozza. Un gran finale.

E ho detto che Steven Hawk è diventato il campione del concorso Philly Beer Geek 2010? Eccezionale!


Saluti!



Istruzioni Video: A Festive Day in the Life of Dan and Phil! (Settembre 2021).