Minoranza linguistica
Ci sono molte lingue che si sono estinte o hanno pochissimi parlanti. Ad esempio ci sono solo circa 157.000 persone che parlano Maori e meno di 500.000 persone di lingua irlandese. Questo porta quelle lingue a un punto in cui sono in pericolo di estinzione. Ma un certo numero di governi, educatori e altri organismi stanno facendo del loro meglio per mantenere vive queste lingue.

È, in parte, da questa posizione che i 500.000 utenti di American Sign language (ASL) stanno cercando di preservarlo per assicurarsi che non sia perso. Recentemente l'Università della Pennsylvania ha approvato lo studio dell'ASL come minore nella Ivy League e questo è visto come un passo per preservare questa lingua importante. La facoltà universitaria "ritiene che il minore avrà importanti implicazioni per la comprensione e la consapevolezza della sordità nella comunità Penn".

"... (porterà) consapevolezza alla comunità Penn della American Sign Language come lingua, ma soprattutto studi sordi e la prospettiva di guardare la sordità non come una disabilità ma da una lente di modello più sociale come una minoranza linguistica", ha detto il portavoce. È interessante notare che il minore sarà persino disponibile online. (Mi chiedo se sarà disponibile per altri al di fuori dell'Università?) //Thedp.com/index.php/article/2012/04/university_approves_american_sign_languagedeaf_studies_minor

Questo approccio non può venire abbastanza presto per molti nella comunità dei sordi. In Australia ci sono solo 5.000 persone che usano Auslan come lingua principale. Quando aggiungi famiglia, amici ed educatori, questo numero fa fatica a raggiungere 10.000 firmatari Auslan. Proprio come negli Stati Uniti, la lingua è in pericolo di estinzione. Ci sono poche nuove persone non udenti che si uniscono alla comunità.
Per contrastare questo, scuole come Klemzig Primary (bambini dai 5 ai 12 anni) ad Adelaide, includono la lingua dei segni nel loro curriculum. La scuola ha una forte integrazione con la comunità dei non udenti, dove gli studenti non udenti e con problemi di udito imparano le materie bilingue, sia in inglese che in inglese.

“Il nostro programma di apprendimento precoce di Auslan offre un programma prescolare per bambini non udenti e con problemi di udito, nonché bambini con genitori o fratelli sordi. Abbiamo una popolazione studentesca ricca e diversificata, con oltre la metà proveniente dall'esterno dell'area ”. Questo ovviamente per sfruttare le opzioni di apprendimento uniche offerte dalla scuola. //www.klemzigps.sa.edu.au/
Tre dei miei nipoti frequentano la scuola di Klemzig. Imparano tutti la lingua dei segni (e sanno più di quanto io ricordi!) Tra i loro amici contano i bambini Sordi, che comunicano facilmente con loro.

Sono convinto che, come l'Università della Pennsylvania, questo tipo di programma di apprendimento faccia molto più che preservare la lingua, promuove la comprensione delle differenze, consente ai bambini sordi e udenti di integrarsi e mostrando che ci sono più modi di comunicare che parlare . Elimina lo stigma della sordità, offrendo opportunità per tutti sia nel mondo dei sordi che in quello dell'udito.

Istruzioni Video: Rappresentanza parlamentare della minoranza linguistica della Valle d’Aosta (Dicembre 2021).