Tutto dipende dalla gomma
La sostanza adesiva sul retro dei francobolli si chiama barbone. Il termine deriva dalle parole gomma arabica che è un derivato dell'albero di acacia trovato in Africa. Prima dell'introduzione dei francobolli autoadesivi, nella produzione di francobolli sono state utilizzate altre forme di gomma.

La destrina sa anche che la gomma britannica è prodotta con l'amido, ottenendo una certa popolarità. Una gomma più moderna fu introdotta alla fine degli anni '60 e fu chiamata alcool polivinilico aka PVA. C'è un'altra forma di gomma che è così invisibile, è praticamente impossibile dire se è ancora sul francobollo o è stato lavato via.

La maggior parte dei francobolli moderni sono ora autoadesivi e hanno raggiunto un'enorme popolarità tra i collezionisti. La tecnologia dei timbri autoadesivi è ancora in evoluzione. I francobolli autoadesivi possono essere trovati dai tradizionali piccoli francobolli definitivi ai commemorativi colorati e persino ai timbri a bobina che sono disponibili in un rotolo rispetto a un formato di foglio.

Non esistono regole precise su come gestire i francobolli autoadesivi. Alcuni collezionisti ritengono che i francobolli autoadesivi debbano essere conservati in ottime condizioni, ancora attaccati alla loro carta di supporto originale. Altri collezionisti, ricordando quanto la gomma sui vecchi autoadesivi invecchiati, consiglia di immergere i francobolli per rimuovere la gomma.

A ciò si aggiunge il fatto che esistono differenze di gomme sui francobolli autoadesivi di vari paesi. Il miglior consiglio è di giocare in sicurezza e proteggersi dalla ridondanza. Ciò significa che, ove possibile, salvare i timbri autoadesivi non utilizzati che sono sia attaccati che non attaccati al supporto originale.

Se in futuro la gomma si rivelerà distruttiva, gli esempi imbevuti che avrai saranno ancora freschi. Se la gomma rimane stabile e il valore del timbro è impostato sul timbro con la gomma originale, ne avrai anche dei campioni.

La gomma da stampo rappresenta un vero paradosso per i collezionisti. C'è sempre la pressione di raccogliere solo francobolli "nuovi, mai incernierati", come MNH, a meno che non si preferiscano francobolli usati. MNH significa che il retro di un timbro non ha alcun segno positivo che interrompe l'aspetto della gomma come dall'uso di una cerniera del timbro.

Una cerniera del timbro è un pezzo di carta specializzato, separato dal timbro stesso e dalla pagina dell'album che viene utilizzato per allegare un timbro a una pagina dell'album. Le cerniere per timbri erano comunemente usate in passato.

Il problema con i cardini del timbro è che lasciano un segno permanente sul lato gengivale del timbro. Con la tonalità corrente per i timbri MNH, i timbri incernierati hanno un valore inferiore rispetto ai timbri che non sono mai stati incernierati.

Ovviamente è possibile sbarazzarsi della gomma, ma questo non è raccomandato. Questo è ancora uno degli argomenti più discussi nella raccolta di francobolli. Generalmente il francobollo non invecchia così come la carta stessa. Anche il clima ha una grande influenza su questo.

Il valore dei francobolli più vecchi si basa spesso sulla percentuale di gomma rimanente. La rimozione della gomma può ridurre il valore del timbro. Capire come prendersi cura dei propri francobolli è fondamentale per mantenere il valore della propria collezione.

Istruzioni Video: MTB Gomme Maxxis le migliori per Enduro e All Mountain | MTBT (Dicembre 2022).