Come gestire un bullo al lavoro
Che cos'è un bullo? Quando la maggior parte delle persone pensa a un bullo, tende a evocare immagini di quel cattivo scolaro che prende di mira i bambini più piccoli - rubando soldi per il pranzo o altre torture infantili. Purtroppo il bullismo non è più limitato al cortile della scuola, ora è una situazione prevalente in molti luoghi di lavoro.

Quindi, cos'è un bullo? Un bullo è qualcuno che intimidisce, minaccia, terrorizza o maltratta gli altri in modo aggressivo. Solo perché sei un dipendente o un collega in un'organizzazione, non significa che devi sopportare di essere vittima di bullismo. Mentre il bullismo può essere una situazione difficile e demoralizzante, ci sono modi in cui reagisci e azioni che puoi intraprendere per porre fine al bullismo sul luogo di lavoro.

1 - Mantieni le risorse umane in loop, ma non affidarti totalmente a esse per chiedere aiuto. Da che parte sta HR? Mentre la maggior parte dei dipendenti vuole credere che le risorse umane siano il loro più grande sostenitore, in realtà la verità può essere esattamente l'opposto. Il compito di Human Resource è quello di tenere la compagnia fuori da azioni legali schiaccianti, ma ciò non significa che rimarranno fermamente alle spalle del dipendente. Ad esempio, se il manager è un bullo che vuole indirizzare le tue prestazioni, le risorse umane consiglieranno loro di iniziare a conservare la documentazione delle tue prestazioni lavorative.

2 - Conservare record accurati e dettagliati (questo include e-mail e qualsiasi altra corrispondenza scritta). Tieni un registro di ogni chiamata minacciosa che ricevi così come i dettagli della chiamata. Includere la data e l'ora di ciascun incidente, nonché eventuali testimoni dello scambio. Se il bullo aggrava il problema inviando una corrispondenza scritta, conservali in un file.

3 - Segnala il problema. Il problema non può essere risolto se non lo si segnala. Se non è possibile seguire la catena di comando, segnalare il problema a un altro gestore. Sfortunatamente in questi tempi di attività litigiosa, assicurati che il problema sia in realtà il bullismo e non un tentativo di mettere in difficoltà un collega o un supervisore. Ricorda, può andare in entrambe le direzioni e potresti essere chiamato sul tappeto per molestie o diffamazione.

4 - Infine, per quanto contraddittorio possa sembrare, non reagire eccessivamente. Un'azione che andrà sicuramente a tuo favore è quella di gestire lo scambio nel modo più professionale possibile. Entrare in una partita urlante con il bullo o abbattersi in crisi isteriche non aiuterà sicuramente il tuo caso. Scusati dalla situazione il più rapidamente possibile, ma se la fuga non è possibile, rimani professionale.

Assicurati che il bullo sia consapevole che non tollererai il loro comportamento offensivo. Metterli in guardia fa sapere al bullo che sei serio su ciò che sta succedendo. In alcuni casi, difendersi da soli in modo professionale metterà fine al bullismo quando il colpevole sa che non tollererai di essere trattato ingiustamente.

Istruzioni Video: Bullismo: 4 suggerimenti per fare i conti con i bulli - Bussola#04 (Dicembre 2021).