Le buone e le cattive notizie sul pianto
Da adulti non piangiamo tanto perché per noi di solito significa che stiamo vivendo un lutto, un qualche tipo di conflitto o ci sentiamo molto malati o inadeguati. D'altra parte, ci troviamo anche a piangere per matrimoni e altri eventi in cui esprimiamo felicità e gioia. Dobbiamo solo assicurarci di non piangere per nessun motivo. Se ciò accade, dobbiamo essere controllati da un medico, poiché ciò potrebbe significare che abbiamo un qualche tipo di condizione neurologica.

Esistono quattro aree principali di indagine sullo studio del pianto e alcuni di questi risultati dello studio sono molto interessanti.

1. Versare lacrime. Si ritiene che gli umani di tutti gli animali siano i soli a versare lacrime. Le lacrime umane che derivano dall'emozione hanno un livello proteico più elevato rispetto al fluido normale che protegge i nostri occhi. Studi condotti in Israele hanno dimostrato che le lacrime delle donne possono contrastare le tendenze aggressive degli uomini. Altri studi, alcuni risalenti a Darwin, mostrano che le lacrime sono un chiaro segnale della nostra vulnerabilità umana.

2. Sentirsi meglio piangendo. Il pianto ci aiuta ad alleviare lo stress e la tensione. Questa nozione risale all'epoca greca e romana e Freud scrisse anche su come piangere può alleviare forti emozioni. Alcuni sondaggi internazionali hanno dimostrato che il 50% di noi si sente meglio dopo aver pianto. Solo il 10% delle persone intervistate ha dichiarato di sentirsi peggio e il 40% ha dichiarato di sentirsi lo stesso.

Un altro studio interessante ha mostrato che non ci sentiamo meglio dopo aver pianto per un film, il che potrebbe significare che ci sentiamo impotenti di ciò che sta accadendo sullo schermo. Considerando che, se piangiamo come reazione a una situazione personale, l'atto potrebbe incoraggiarci a risolvere i nostri sentimenti o fornire una visione della nostra situazione. I ricercatori hanno anche scoperto che piangere ha un effetto calmante e rallenta il battito cardiaco, motivo per cui molti di noi affermano di sentirsi meglio dopo un bel pianto.

3. Depressione e pianto. Il tema della depressione e del pianto richiede ulteriori approfondimenti. Ciò che abbiamo assunto e ciò che alcuni studi hanno dimostrato sono molto diversi. Abbiamo assunto negli anni che quando siamo depressi siamo tristi, e di conseguenza piangeremmo più di altri che non erano depressi. Abbiamo anche creduto che molti di noi siano privati ​​della nostra capacità di piangere se siamo gravemente depressi. Alcuni studi più piccoli hanno dimostrato che basarsi sul pianto come segno di depressione porta a una stima più bassa degli uomini depressi, dal momento che gli uomini non piangono più spesso delle donne. Un altro studio ha dimostrato che uomini e donne erano ugualmente inclini a piangere quando soffrivano di un disturbo dell'umore. Dato che i risultati sono contrastanti in quest'area, abbiamo ancora molto lavoro da fare per scoprire come la depressione e il pianto sono correlati e gli effetti che il pianto ha sulle persone depresse.

4. Medici e pianto. A nessuno di noi piace pensare ai nostri operatori sanitari (medici) che piangono. Dato che supponiamo che il pianto non sia un'emozione associata alla forza, vogliamo che i nostri operatori sanitari siano forti e resistenti. Gli studi dimostrano che molti praticanti piangono, specialmente durante la scuola medica quando il loro programma è schiacciante, quando non dormono molto e si sentono bruciati. Ancora una volta, le conclusioni hanno mostrato che piangere è un modo prezioso per comunicare e liberare il nostro stress.

Come adulti più grandi, ci sono molte circostanze, sia felici che tristi, in cui potremmo avere voglia di piangere e fare, ad esempio, a funerali, matrimoni, ospedali, film e qualsiasi numero di situazioni in cui potremmo sentirci gravati o indifesi. Dobbiamo sapere che il pianto non è una risposta negativa alle nostre emozioni (che siamo maschi o femmine) a meno che non piangiamo e non riusciamo a capire perché. Quindi dovremmo dire al nostro operatore sanitario di garantire che il nostro pianto non sia un sintomo di un problema di salute.

Istruzioni Video: Come affrontare le cattive notizie (Dicembre 2021).