Il clima globale crea disagi
Il tempo per l'ultima parte del 2010 e la prima parte del 2011 è a dir poco memorabile. In entrambi gli emisferi nord e sud, Madre Natura sta facendo conoscere la sua presenza, e non nel modo che crea bei ricordi. Stabilire record dall'Australia agli Stati Uniti e in Europa, 2010-2011 ha tutti gli occhi rivolti ai cieli, alla ricerca di ciò che ci verrà dopo.

Nell'emisfero meridionale, dove l'estate è la stagione in corso, la storia sembra essere pioggia. L'Australia, già più umida di quanto non lo sia da più di un decennio, ha molte città che registrano nuovi record nelle piogge di un giorno. Le inondazioni improvvise provocate da queste massicce piogge hanno provocato danni e perdite per oltre una decina di miliardi di dollari in danni a proprietà e bestiame. Le regioni colpite della nazione saranno in ripresa per anni. E per finire, il ciclone tropicale severo Yasi, un ciclone di livello 5, ha attraversato lo stato del Queensland mercoledì 2 gennaio, lasciando dietro di sé un percorso di distruzione.

La storia non è molto diversa altrove a sud dell'equatore. A partire da dicembre 2010, i temporali hanno causato la morte di 56 filippini e quasi 20 dispersi. La maggior parte delle vittime sono pescatori, persi in mare agitato. La Cina ha visto evacuare oltre 50.000 case danneggiate dalla pioggia. Il Brasile ha anche ottenuto risultati incredibilmente orribili da forti piogge. Nel suo disastro naturale più mortale, piogge e frane hanno paralizzato la nazione. Con centinaia di morti e dispersi e sistemi elettrici, di comunicazione e di trasporto fuori uso, la nazione vacillò sotto il peso della pioggia della stagione.

La storia a nord (dell'equatore) sembra essere più fredda, molto più fredda. L'Europa ha vacillato sotto il peso delle nevicate questo inverno. Con un inizio invernale, i nuovi minimi record di novembre sono stati registrati in diversi paesi europei e i minimi di dicembre sono scesi in Germania. Morti e danni alle proprietà continuano a salire mentre l'inverno soffia.

Negli Stati Uniti, la neve ha coperto ovunque dal Texas alla costa orientale. Con le scuole e le imprese chiuse non solo nel sud ma anche nelle città che raramente chiudevano a causa del tempo, anche il più appassionato amante dell'inverno doveva chiedersi se la neve non avrebbe mai smesso di cadere. La East Coast ha visto sette grandi tempeste invernali in altrettante settimane, con più neve in arrivo.

1. Ma ci sono buone notizie tra le pazze stagioni globali. Il tempo più caldo è in arrivo. Secondo Punxsutawney Phil, la marmotta famosa per prevedere l'inizio della primavera, il freddo di questo inverno dovrebbe finire presto. Mentre Phil è emerso dalla sua buca il 2 febbraio sotto il controllo di curiosi entusiasti, non è riuscito a vedere la sua ombra. Ciò indica che una nuova stagione è vicina. Questa è la buona notizia.

Le cattive notizie? Il record del piccolo roditore per una previsione meteorologica accurata non è così eccezionale. Ha solo il 39% delle volte, il che gli dà maggiori possibilità di sbagliarsi. Forse dovremmo tutti pianificare di raggrupparci un po 'più a lungo.


Istruzioni Video: Paxi – L'effetto serra (Ottobre 2021).