Il futuro dei bambini neri
Cosa riserva il futuro per i bambini neri? Le preoccupazioni per il loro benessere futuro e la loro capacità di ottenere tutto ciò di cui hanno bisogno per condurre una vita produttiva e di successo sono nella mente di molti genitori e nonni.

Con il continuo aumento del numero di morti tra i giovani bambini neri. Dove si inizia? Come fermare il genocidio? Senza di loro, non abbiamo futuro. Al fine di salvare la vita dei bambini, ci deve essere un discorso chiaro, onesto e civile tra tutte le parti. Ciò include genitori, nonni, insegnanti, allenatori, leader della comunità, pastori, funzionari scolastici e persino dipartimenti di polizia locali e la loro divisione giovanile.

È straziante vedere il bilancio delle vittime salire tra i bambini neri, portati via prima che abbiano la possibilità di vivere. La parte più triste è che gli autori di questi crimini sono altri giovani bambini neri. Bambini che hanno vissuto una vita di un adulto doppia rispetto alla loro età; bambini che sono stati desensibilizzati dal mondo in cui vivono; bambini che non hanno mai conosciuto e sono stati privati ​​dell'amore, della struttura, della disciplina e di qualcosa di piccolo come la speranza.

Ci sono, tuttavia, molti giovani bambini neri che lo fanno. Stanno lavorando duramente, con futuri brillanti davanti a loro. Ci sono quelli che sono cresciuti nello stesso ambiente, hanno avuto le stesse lotte, eppure hanno ancora trovato il modo di avanzare e farsi strada in questo mondo. È quasi una garanzia che avevano almeno una persona nella loro vita che ha fatto la differenza. Quell'unica persona in cui potevano confidarsi, trovare incoraggiamento ed essere responsabili delle proprie azioni.

È tempo che la comunità nel suo insieme inizi a lavorare insieme per garantire il futuro dei bambini neri. Responsabilità e responsabilità devono aver luogo. Altrimenti, continueremo a perdere i bambini: quelli a morte e altri in prigione.

Chi ha lasciato cadere la palla? Quando siamo diventati così apatici riguardo all'educazione dei bambini, che non riconosciamo più chi sono? Quando siamo diventati così sconnessi e disinteressati per il futuro e abbiamo permesso a tali atrocità di rimanere e continuare a verificarsi nelle comunità? Semplicemente, quando abbiamo smesso di preoccuparci?

La comunità nera è una catena; collegato da molti collegamenti. A volte la catena viene annodata e deve essere raddrizzata. Alcuni dei collegamenti sono caduti, lasciando la catena spezzata. È tempo di riparare i collegamenti nelle comunità nere. È tempo di lavorare su famiglie e relazioni con i giovani e coloro che hanno influenza sui bambini.

Se vogliamo allevare giovani uomini e donne neri forti, sani e produttivi, allora dobbiamo iniziare ora e non possiamo lasciare fuori nessuno, non importa dove vivono o quale sia la loro posizione socioeconomica nella vita. OGNI bambino merita di avere una possibilità di combattere in questo viaggio che chiamiamo vita.

È incomprensibile come possiamo permettere a così tante scuole di essere chiuse nelle comunità. È una parodia quando rendiamo difficile ai bambini l'apprendimento e la ricezione degli strumenti necessari per andare oltre. È ancora più una parodia quando non facciamo nulla per fermare il genocidio dei bambini perché non possiamo, da adulti, riunirci e fare ciò che è giusto riguardo ai bambini neri e al loro futuro.

Siamo tutti collegati in qualche forma o modo. Non crederci così si presta solo alla convinzione che non ci preoccupiamo più della comunità, ma solo di noi stessi. L'egoismo non è un'opzione quando si tratta del futuro dei bambini neri. Deve esserci il rispetto per la vita umana che ha la precedenza sull'autoconservazione. Non possiamo continuare a sederci pigramente a guardare le vite dei bambini neri che vengono espulse.

Genitori, nonni, dirigenti, funzionari scolastici, dipartimenti di polizia, governo locale; tutti devono lavorare insieme per aiutare a guarire, ravvivare, ripristinare e garantire una vita produttiva e un futuro per i bambini neri. Non possiamo continuamente sottolineare ciò che è sbagliato, ma trovare e far parte della soluzione che avrà un impatto non solo sulla vita presente, ma futura dei bambini neri.

Abbiamo bisogno di programmi e incentivi sociali e le scuole restino aperte. Abbiamo bisogno di un senso di speranza e di altri esempi di ciò che funziona e di buono. Dobbiamo anche lavorare insieme per ridurre i media, che quotidianamente non pompano altro che immagini negative e denigratorie. Quando i bambini lo vedono costantemente; molti iniziano a chiedersi se c'è ancora speranza per loro, e se no, perché mai provare?

Le cose devono cambiare. Dobbiamo a questi bambini fare tutto il possibile per garantire che abbiano un futuro e non debbano diventare ciò che vedono intorno a loro; che il loro ambiente non determina chi sono, ma li rafforza per diventare chi desiderano essere. Restituiamo loro la speranza.

Istruzioni Video: Doll Test - Gli effetti del razzismo sui bambini (Giugno 2021).