Rivoluzione del tè francese
Tè Francese

Voulez-vous du the '? O vuoi una tazza di tè in Francia? Chiedi a chiunque nell'area di competenza del tè: cosa sta facendo le attuali notizie sul tè? La risposta potrebbe sorprenderti. Dal trambusto dei caffè frettolosi a Parigi fino al silenzio di una fattoria di campagna francese, si potrebbe sentire il fischio di una teiera!
Sì, la Francia è nota per il suo caffè, tuttavia, è in arrivo un grande cambiamento. Sembra che la classe media possa essere la forza trainante dietro il cambiamento. La vista attuale di un paesaggio urbano può mostrare segni e tende da sole che annunciano il più recente salone da tè o negozio di tè specializzato.

Secondo molte fonti, la Francia è in una fase di transizione in cui i suoi abitanti esplorano e imparano il tè proprio come una volta con il vino. Alcuni sostengono che questo passaggio al bere il tè sia a dir poco una rivoluzione. Anche se non andrei così lontano, le aziende in Francia sono proprio come le imprese negli Stati Uniti, devono cambiare con il tempo per rimanere vitali e dare ai loro clienti ciò che vogliono.

Le aziende stanno diffondendo pubblicità su lezioni di tè, degustazione di tè e servizio di tè. Ma imiterà gli inglesi? Ci sono molte marche di tè e tè che operano tranquillamente in luoghi come Parigi da molto tempo, ma attualmente stanno assistendo a un aumento della crescita delle loro attività di tè.

Molti ristoranti e caffetterie stanno anche assistendo a un'impennata dei commensali che chiedono anche il tè. In passato era un alimento base per il vino e il formaggio, ma ora si possono vedere tè e formaggio vintage! I francesi, mentre il tè è presente dalla metà del XVI secolo, vedono il tè come qualcosa di nuovo.

Il tè è stato in Francia da quando gli olandesi lo hanno portato a metà del 1600. Era, come era nella maggior parte degli altri paesi durante questo periodo di tempo, molto costoso. Era quasi associato solo ai ricchi. Uno di questi ricchi francesi era il cardinale Jules Mazarin; un diplomatico che soffriva di gotta dolorosa. Si dice che gran parte dell'Europa abbia sofferto di molte malattie dello stesso tipo a causa della mancanza di frutta e verdura fresca e che la gotta era piuttosto dilagante ovunque. Alla fine del XVI secolo anche Luigi XIV soffriva di quella che si ritiene essere la gotta e quindi entrambi gli uomini iniziarono a bere il tè. Alla fine, la medicina del tè divenne una bevanda che a entrambi piaceva bere ogni giorno.

Intorno al 17 ° secolo un aristocratico di nome Madame de Sevigne condivideva molta conoscenza del tè. Era una famosa scrittrice di lettere che condivideva la vivida vita francese durante il periodo di Luigi XIV. Si dice che abbia menzionato in una famosa lettera a sua figlia che i francesi furono i primi a mettere la crema (latte) nel loro tè. Ha anche detto che il signor Landgrave ha bevuto ben oltre 40 tazze di tè ogni mattina!

Nel 1796 Napoleone scrisse alla sua Giuseppina "Non ho preso una tazza di tè senza maledire la gloria e l'ambizione che mi tengono lontano dall'anima della mia vita". Così come la storia è andata avanti molti marchi storici hanno brillato di essere in giro dai primi del 1800.

Si può benissimo recarsi in Francia e visitare le strutture storiche, nonché la pasticceria gourmet francese e il salone. Tè e miscele di tè lussuosi e vintage insieme a formaggio e dessert dolce avranno un detto: Je voudrais de the vous plaint! (Altro tè per favore)!

Istruzioni Video: La STORIA della RIVOLUZIONE AMERICANA | Il Boston Tea Party (Settembre 2021).