Per tutto c'è una stagione
Mentre avevo vent'anni e lavoravo come assistente esecutivo per un'organizzazione basata sulla comunità, ho incontrato uno scrittore di nome Andrea che aveva circa l'età che ho ora, alla fine degli anni Trenta, e mi ha dato dei consigli eccellenti.

All'epoca avevo alcune clip giornalistiche nel mio portfolio ma il mio repertorio di scrittura creativa - la mia vera ambizione all'epoca - consisteva esattamente in un breve racconto chiamato "Tende". Ho raccontato ad Andrea del pezzo e lei mi ha suggerito di fare un seminario sulla storia in un luogo poco noto chiamato Frederick Douglas Creative Art Center nella città di Manhattan.

L'ho ascoltata. Ho anche fatto qualche ricerca e mi sono inserito nella mailing list del centro. Successivamente ho intervistato il direttore esecutivo per un articolo in una rivista d'arte. Nel corso degli anni, mentre scrivevo altri articoli, ho usato diversi istruttori di FDCAC come fonti. Ogni volta che qualcuno mi diceva che stavano cercando una critica o un gruppo di scrittura, suggerivo il centro.

Ho fatto tutto questo, eppure mi ci sarebbero voluti sette anni dal momento in cui Andrea mi ha parlato del centro fino all'ottobre 2002, quando finalmente ero seduto in una lezione di scrittura romantica insegnata dall'autore più venduto, Donna Hill. A quel punto probabilmente avevo scritto venti o trenta racconti, che erano seduti in fondo al mio archivio.

Mi sono presentato alla lezione di scrittura romantica con la mia storia preferita su un cassiere di diciassette anni che aveva una cotta per un ragazzo di classe. In sole otto settimane sotto la guida di Donna ho trasformato la vignetta in un romanzo intitolato "Again and Again". Fino a quando non ho preso la lezione, non avevo idea che la capacità di scrivere un romanzo fosse in me. Quindi ovviamente mi sono preso a calci per un po 'desiderando di aver preso la lezione quando Andrea l'aveva suggerito per la prima volta. Ora che sono passati altri quattro anni, mi rendo conto della verità: non ero ancora pronto.

Relatori motivazionali come Les Brown affermano che cose come "Salto e una rete appariranno ..." ecc. Infatti nel suo libro "Non è finita fino a quando vinci", Les racconta la storia di quanto all'inizio della sua carriera avesse affittato un ufficio che era molto più grande di quello di cui aveva effettivamente bisogno (o che poteva permettersi) per costringersi a crescere. Quando non poteva più pagare l'affitto sia per il suo appartamento che per il suo ufficio, viveva nell'ufficio. "Alzati sul tetto e calcia via la scala", consiglia.

È vero che mi affido a molte citazioni di Les Brown come: "le tue circostanze attuali non definiscono chi sei ..." e il suo suggerimento che quando sogni ad occhi aperti, assicurati di essere al centro della fantasia. Tuttavia, quello che ho realizzato dopo aver letto e ascoltato l'auto-aiuto per oltre dieci anni è che quando si assimilano le informazioni non si tratta di una dimensione adatta a tutte le aziende. Mentre leggo, ordino i consigli dati e inserisco ciò che posso usare (ciò che mi sembra giusto) in una filosofia individualizzata. Il resto l'ho lasciato andare.

Guardando indietro, credo che ci fosse un solo modo per trovare la mia voce unica. Quando Andrea ha suggerito per la prima volta il corso FDCAC, ero uno scrittore di notizie / funzionalità verde ma competente, ma come scrittore creativo, stavo ancora andando alla deriva. Una lezione molto presto potrebbe aver disturbato la mia crescente sensibilità artistica.

Al momento se me lo avessi chiesto, sono sicuro che ti avrei detto che volevo scrivere qualcosa di letterario, politico o storico. Tuttavia, dopo anni di sviluppo di un corpus tutto da solo senza direzione o controllo, pian piano mi sono reso conto che come scrittore creativo non ero molto interessato a nessuna di queste cose. Che se lasciato da solo senza l'input dei miei colleghi, insegnanti o redattori; senza struttura o scadenze, il mio istinto naturale era scrivere sull'auto-realizzazione e sull'amore. Due varietà di scritti creativi che non erano nemmeno sul mio radar quando ho sentito parlare per la prima volta di FDCAC.

Quindi, quando mi sono presentato alla lezione di Donna, dopo anni di cura del mio giardino immaginario, ero pronto a sbocciare. In classe non solo ho scritto il romanzo "Again and Again" che ho pubblicato da solo qualche anno dopo, Donna mi ha raccontato di un mercato di racconti con riviste femminili che non sapevo nemmeno esistesse. Ho archiviato queste informazioni mentre lavoravo alla stesura di alcuni altri romanzi.

Poi, quando ero pronto (un anno dopo aver frequentato il corso di scrittura romantica), ho acquistato un libro sul mercato di racconti di cui mi parlava Donna. Mesi dopo aver letto il libro, ho scritto quattro racconti in un mese e li ho inviati con due vendite. Questo è stato un decennio dopo aver scritto il mio primo racconto "Curtains".

Mi sento male per aver impiegato così tanto tempo a vendere qualcosa dopo dieci anni di ricerca e scrittura dell'anima? No. In effetti due romanzi che ho redatto subito dopo la lezione di Donna quattro anni fa sono ancora in varie fasi di lenta incubazione. Non sta succedendo molto con loro in questo momento, eppure non provo ansia. In qualche modo, in qualche modo, un giorno quando sarà il momento, le cose cambieranno.

Ho imparato molte lezioni importanti da tutto questo. Come afferma Iyanla Vanzant, il ritardo non significa negazione. Inoltre so di scrivere ciò che scrivo, non perché mi sono costretto a fare questo lavoro, ma piuttosto perché ho scelto di intraprendere un piacevole viaggio di crescita e scoperta di sé, un processo che non può essere affrettato.

Istruzioni Video: VOTO * TUTTE * Le SKIN Della NUOVA STAGIONE 2 ???? FORTNITE Capitolo 2 (Gennaio 2022).