Disturbi alimentari e abusi infantili
Purtroppo, l'abuso sessuale infantile è più comune di quanto molte persone capiscano. Uno studio longitudinale su ragazze adolescenti in Australia ha rivelato che 1 su 5 ha riportato almeno un episodio di abuso sessuale prima dei 16 anni. Un ampio campionamento casuale di adulti statunitensi ha rivelato che il 14,2% degli uomini e il 32,3% delle donne hanno avuto esperienze infantili che si incontrano i criteri per l'abuso sessuale dei minori. Nella provincia settentrionale del Sudafrica, un campione rappresentativo di adolescenti ha rivelato un sorprendente tasso di abusi sessuali complessivi del 54,2%, con i maschi presi di mira leggermente più frequentemente rispetto alle femmine.

Molti disturbi fisici e mentali sono associati all'abuso sessuale infantile, tra cui la sindrome dell'intestino irritabile e altre difficoltà gastrointestinali, mal di testa, disturbi ginecologici, disturbo post traumatico da stress, ansia e disturbi di panico e, in casi estremi, disturbo dell'identità dissociativa (personalità multipla) . I disturbi alimentari sono stati anche visti come fortemente correlati a una storia di abusi sessuali. Questi includono l'anoressia nervosa, la bulimia nervosa e il disturbo da alimentazione incontrollata.

Uno studio condotto in Australia ha rivelato che la bulimia era correlata alla storia di abusi sessuali, ma non all'anoressia o all'alimentazione incontrollata. Le giovani donne che hanno riportato un episodio di abuso sessuale prima dei 16 anni avevano una probabilità 2,5 volte maggiore di presentare sintomi di bulimia rispetto a quelle senza abuso sessuale. Le donne che hanno riportato 2 o più incidenti avevano 4,9 volte più probabilità di avere bulimia.

Un altro studio ha mostrato una connessione tra l'anoressia e l'abuso sessuale, ma solo nel sottotipo che include episodi di abbuffata e spurgo, al contrario del sottotipo di anoressia che limita solo l'apporto calorico. La limitazione dell'anoressia sembra non essere correlata alla storia dell'abuso sessuale - invece, la predisposizione genetica, i problemi di controllo e le distorsioni dell'immagine corporea assumono un ruolo significativo. Questi altri fattori causali contribuiscono anche alla bulimia e al sottotipo di anoressia / spurgo.

La distorsione dell'immagine corporea può essere un fattore che interviene nella relazione tra disturbi alimentari e abusi sessuali su minori, così come i problemi di controllo. Un bambino che viene abusato si sente completamente impotente e può inconsciamente decidere che l'unica cosa che può veramente controllare è l'assunzione di cibo. L'abuso sessuale può anche causare alla vittima vergogna per il proprio corpo e vederlo in modo distorto. Tuttavia, questi due fattori possono verificarsi anche in assenza di abusi sessuali.

L'associazione del comportamento incontrollato / purificato con la storia dell'abuso sessuale è complessa. Il binge eating è spesso accompagnato da un forte rilascio di endorfine e di altri prodotti chimici "sentiti bene" nel cervello. Tuttavia, la corsa è seguita da uno schianto legato a sensi di colpa, che portano allo spurgo. L'abuso sessuale infantile è anche associato a disturbi d'ansia e depressione; molte persone usano comportamenti impulsivi e coinvolgenti come il binge eating o l'abuso di sostanze per ridurre i sentimenti ansiosi e depressi.

Un'altra possibile causa della relazione tra l'abuso sessuale infantile e il ciclo di abbuffate / spurgo è il desiderio inconscio di uno spurgo simbolico delle sensazioni connesse all'abuso. Casi studio di alcuni pazienti con disturbi alimentari hanno incluso dichiarazioni dirette di questo desiderio. Molti riportano episodi di vomito dopo ogni episodio di abuso, portando alla necessità di indurre il vomito in un secondo momento per sbarazzarsi dei sentimenti negativi associati ai ricordi dell'abuso (conscio o inconscio).

Le abbuffate e le epurazioni, che si verifichino come bulimia o come componente dell'anoressia, hanno una relazione significativa con una storia di abusi sessuali infantili. Famiglie, amici e medici che sono in contatto con pazienti con disturbi alimentari dovrebbero tenere a mente questi risultati e considerare la possibilità di una storia di abusi.

Istruzioni Video: The Long Term Effects of Childhood Trauma | Kati Morton (Gennaio 2023).