Rapporti tra oro precoce e argento
Oggi nell'era del denaro fiat siamo troppo lontani dai primi tempi del XIX secolo, quando le monete d'oro e d'argento circolavano liberamente sul mercato. In quei tempi precedenti il ​​cittadino medio scrutava attentamente una moneta per assicurarsi che fosse autentica e piena di peso e valore.

Quando la legge sulla zecca fu approvata dal Congresso nel 1792, fu deciso che il sistema monetario degli Stati Uniti sarebbe stato bimetallico, ovvero un accordo in base al quale l'argento e l'oro avrebbero avuto la stessa importanza nella moneta emessa.
La relazione tra i due metalli era fissata a 15 once d'argento a un'oncia d'oro. questo era comunemente indicato come rapporto 15 a 1. Il rapporto 15 a 1 è stato ideato dal segretario al Tesoro Alexander Hamilton. La proporzione fu accuratamente spiegata in un magistrale rapporto presentato al Congresso nel gennaio 1791.

Inizialmente il Congresso fece poco, ma con molti stimoli da parte del presidente George Washington alla fine del 1791, il congresso alla fine si mosse all'azione e il risultato finale fu la legge sulla zecca dell'aprile 1792. Hamilton aveva fissato il rapporto da 15 a 1 perché questo era il rapporto utilizzato nei mercati finanziari internazionali al momento.

Un grosso problema con i mercati finanziari è che cambiano nel tempo. Ogni nuova scoperta di lingotti o guerre che interrompono il normale commercio getta via i mercati. Questo è quello che è successo nel 1799. Sfortunatamente la nuova legge non prevedeva la modifica del rapporto.

Mentre la monetazione d'argento iniziò alla zecca di Filadelfia nell'autunno del 1794, fu solo nel 1795 che le operazioni iniziarono completamente per questo metallo. A luglio l'argento è stato affiancato dalla moneta d'oro e ora la nazione aveva una zecca completamente operativa che utilizzava tutti e tre i metalli per includere il rame.

Poiché non vi fu alcun serio cambiamento nei mercati internazionali durante gli anni calanti del 1790, la moneta d'oro e d'argento negli Stati Uniti operò secondo le proprie modalità. Entrambi i metalli preziosi circolavano liberamente, anche se le monete d'oro erano riservate alle classi mercantili e bancarie e venivano utilizzate per transazioni di grandi dimensioni.

Anche se la Zecca degli Stati Uniti emetteva monete nei tre metalli, la maggior parte delle monete che circolavano erano di origine straniera. Le monete spagnole in oro e argento costituivano la maggior parte delle monete straniere in circolazione. Ci volle un po 'prima che le monete emesse dalla zecca di Filadelfia circolassero al di fuori di questo dominio.

Nel 1800 lo spostamento del rapporto tra oro e argento stava diventando motivo di preoccupazione. Raggiunse presto un rapporto di 15,5 a 1, il che significa che ora ci sono voluti quindici once e mezzo d'argento per equivalere a un'oncia d'oro. Ciò causò che le monete d'oro degli Stati Uniti fossero ora sottovalutate e iniziarono ad essere esportate in Gran Bretagna e Francia.

Istruzioni Video: Oro vs Argento - Trading Room con Alpha4All (Settembre 2021).