Ognuno per la propria fede
I miscredenti in Dio hanno tutto il diritto di seguire le strade che hanno scelto. Tutti abbiamo il diritto di seguire qualsiasi religione o sistema di credenze che scegliamo.

Capitolo 109, versetti 1-6
Di ': “O miscredenti. Non adoro ciò che adori. Né adori ciò che adoro. Né adorerò mai ciò che adori. Né adorerai mai ciò che io adoro. Per te è la tua religione, e per me è la mia religione.

Questo capitolo della fine del Corano ci dice che quando si tratta di religione e chi o cosa adoriamo, spetta a ciascuno di noi come individui decidere. Non sta a noi giudicarci l'un l'altro o seguirci l'un l'altro lungo lo stesso percorso.

Non ci sono istruzioni per combattere o abusare di un'altra persona per non aver creduto nella stessa cosa e questo capitolo chiarisce che dovremmo attenerci alle nostre pistole e non lasciarci influenzare da ciò che gli altri ci dicono.

Se le persone scelgono di non credere in Dio o di credere in qualcosa o qualcun altro da idolatrare al fianco di Dio, è loro diritto farlo. È anche nostro diritto seguire la religione di nostra scelta senza che nessun altro interferisca.

Islam significa sottomissione a Dio solo e un musulmano è uno che si sottomette solo alla volontà di Dio e non a coloro che lo circondano. Coloro che scelgono di adorare gli altri insieme a Dio, tali santi e profeti, o che scelgono di non credere in qualsiasi altra cosa come un dio, possono farlo.

Coloro che adorano Dio da soli stanno seguendo il primo comandamento, "non avrai altri dei davanti a me".

Capitolo 2, versetto 256
Non ci sarà costrizione nella religione: il modo giusto ora è distinto dal modo sbagliato. Chiunque denuncia il diavolo e crede in Dio ha colto il legame più forte; uno che non si rompe mai. Dio è Uditore, Onnisciente.

Nessuna compulsione significa che nessuno può costringere un'altra persona a credere in qualcosa che non vuole. Non abbiamo il diritto di uccidere un'altra persona perché il loro sistema di credenze differisce dal nostro. Non abbiamo il diritto di uccidere o tormentare un'altra persona se decidono di abbandonare una religione e seguirne un'altra.

La religione è qualcosa tra l'anima di uno e il suo creatore e nessuno e niente dovrebbe interferire o togliere il diritto di un altro di adorare come preferiscono.

Capitolo 10, versetto 99-100
Se il tuo Signore avesse voluto, tutte le persone sulla Terra avrebbero creduto. Vuoi forzare le persone a diventare credenti? Nessuna anima può credere se non secondo la volontà di Dio. Perché pone una maledizione su coloro che si rifiutano di capire.

Istruzioni Video: Ognuno di voi dovrebbe esaminare di nuovo la propria vita di fede in Dio (Estratto I) (Ottobre 2021).