Disciplina - Non punizione
La genitorialità e la punizione dell'attaccamento non si mescolano. Quando molte persone lo sentono, pensano che i genitori attaccati debbano essere uno stile genitoriale permissivo che produce bambini viziati. Tuttavia, è vero il contrario! Per capire come ciò sia possibile, è importante capire la differenza tra punizione e disciplina.

Molti genitori confondono i termini disciplina e punizione o credono erroneamente di parlare della stessa cosa. Per ridurre un po 'la confusione, molti genitori attaccanti usano il termine Disciplina positiva per differenziare ulteriormente i metodi che usano per guidare i propri figli verso comportamenti che desiderano rafforzare, riducendo al contempo l'insorgenza di comportamenti indesiderati.

La disciplina positiva inizia spesso alla nascita, il che può sembrare confuso, ma lasciatemi spiegare. L'obiettivo dietro la disciplina è insegnare al bambino come dovrebbe comportarsi per diventare un membro felice, sano e funzionante della società. Il baby-proofing è spesso la prima forma di disciplina positiva che un bambino riceve. In sostanza, i genitori esaminano l'ambiente alla ricerca di qualcosa che possa essere potenzialmente pericoloso o che preferirebbero che il loro bambino non succhiasse o non giocasse. Tali elementi vengono quindi rimossi per evitare che il bambino possa avere problemi.

Quando il bambino diventa più mobile e può arrampicarsi sulle cose, i genitori possono rivalutare il loro ambiente per assicurarsi che sia sicuro e che abbia cose appropriate all'età con cui il bambino possa giocare. Meltdowns e scoppi d'ira possono facilmente essere eliminati quando il bambino è stanco o il bambino ha fame; essenzialmente, che il bambino ha un bisogno che non è stato soddisfatto.

Da qualche parte durante o poco dopo l'infanzia, alcuni genitori passano dalla disciplina positiva a un approccio più basato sulla punizione di guidare i propri figli. L'aspettativa è che i bambini siano abbastanza grandi da non comportarsi in quel modo, che dovrebbero essere in grado di controllarsi, che gli è stato detto più volte e che dovrebbero conoscere meglio!

Spesso, questa è un'aspettativa non realistica. Anche se prima hai detto al bambino, la capacità del bambino di ricordare e comprendere tutte le regole, di associare causa ed effetto, e quindi decidere se vogliono andare avanti con l'azione, beh, questo è tutto molto da aspettarsi da un bambino piccolo. I bambini non imparano a camminare o parlare dopo che i loro genitori hanno spiegato loro alcune volte come è fatto o mostrato loro cosa si aspettano dal bambino. La maggior parte delle persone comprende che ci vuole molto tempo e molta pratica perché un bambino sia in grado di svolgere tali compiti. Lo stesso dovrebbe essere previsto per altri comportamenti. La corteccia prefrontale, che è responsabile della maggior parte dei fattori coinvolti nel processo decisionale, non matura nemmeno fino a 25 anni o più!

I bambini non hanno il controllo degli impulsi che hanno gli adulti e hanno bisogno di aiuto per imparare, ancora e ancora, come fare delle buone scelte nella vita. Colpire il bambino, isolarlo, urlare contro il bambino o fare qualcosa per farlo stare male non lo aiuterà a imparare a comportarsi meglio. In effetti, è probabile che induca il bambino a credere che sia davvero un bambino cattivo e ciò ridurrà l'attaccamento tra l'adulto e il bambino.

Istruzioni Video: Mia Madre era Severa, ma mi Sono Ribellata (Ottobre 2021).