Depressione e insonnia
Una delle prime domande poste su un modulo da compilare per lo screening della depressione è "Hai sperimentato qualche cambiamento nei tuoi schemi di sonno?" o "Stai dormendo più o meno del normale?"

Disturbi del sonno e depressione clinica vanno di pari passo. Molte persone trovano che dormono più del solito, ma di gran lunga la lamentela più comune è insonnia.

La parola "insonnia" deriva dal latino somnus che significa "dormire", e nel che significa "no".

Esistono 3 modelli principali di insonnia:

  1. Insonnia insorgenza - questo è quando si ha difficoltà ad addormentarsi per cominciare. Questo tipo è comunemente associato a disturbi d'ansia.

  2. Insonnia media - o risveglio notturno, questo è quando uno si sveglia durante la notte e ha difficoltà a tornare a dormire. Questo può accadere più volte a notte. Questo tipo può essere causato da dolore, malattia o depressione.

  3. Insonnia terminale - o insonnia tardiva, è quando ci si sveglia troppo presto la mattina e non si riesce a riaddormentarsi. Questo è il tipo più comunemente associato alla depressione.


In passato si è sempre pensato che l'insonnia fosse un sintomo della depressione, ma recenti studi hanno iniziato a chiedersi se l'insonnia potesse essere un causa anche causa della depressione.

Un articolo su "Psychology Today" indica in particolare l'insonnia del risveglio a mezzanotte come colpevole di depressione.

Durante un sonno notturno normale passiamo attraverso 4 cicli di sonno più REM (movimento rapido degli occhi, il ciclo in cui sogniamo). Quando una persona ha insonnia, di solito non riesce a superare il 1o o il 2o ciclo. Spesso aggirano i cicli più profondi, si svegliano e ricominciano da capo nei cicli di luce, quindi il cervello non sta riposando. Senza dormire la mente non è in grado di "ricaricarsi" durante la notte. È durante i cicli 3 °, 4 ° e REM che il nostro cervello risolve i problemi della giornata e si rilassa. In effetti, durante il ciclo REM, il corpo è di solito paralizzato - solo il cervello sta lavorando a quel punto.

Quindi senza questi cicli di sonno molto necessari, il cervello inizia a ammalarsi. Proprio come quando i nostri corpi hanno maggiori probabilità di contrarre l'influenza quando siamo troppo stressati, così il nostro cervello ha maggiori probabilità di essere influenzato dalla depressione quando è stressata a causa della mancanza di sonno.

Quindi diventa un circolo vizioso; l'insonnia porta alla depressione e la depressione peggiora l'insonnia.

È importante parlare con il medico o lo psichiatra dell'insonnia in corso. Potrebbe non essere necessario assumere farmaci, ma lui o lei può aiutarti a prendere quella decisione. La maggior parte dei farmaci da prescrizione dovrebbe essere presa per circa una settimana, il tempo sufficiente per "far ripartire" il cervello con l'abitudine di dormire.

Altre cose che puoi fare per aiutare con l'insonnia sono:

  • Melatonina: la melatonina è un integratore da banco che viene utilizzato per aiutare ad addormentarsi. Imita l'ormone già trovato nel corpo. Assicurati di consultare il tuo medico se stai già assumendo farmaci prima di usarlo.

  • Fai un bagno caldo (non caldo) o una doccia prima di andare a letto.

  • Riproduci "rumore bianco" come il suono delle onde dell'oceano, il tuono o anche la statica della TV dolcemente mentre dormi.

  • Investi in una maschera per dormire per mantenere tutta la luce dagli occhi mentre dormi.

  • Bevi una tisana calda come la camomilla prima di coricarti.

  • Elimina lentamente tutta la caffeina dalla tua dieta, ma soprattutto assicurati di non bere dopo le 16:00.


Ottenendo un controllo sulla tua insonnia, è possibile che tu possa avere un controllo anche sulla tua depressione. Se non altro, dormire bene tutta la notte ti darà la forza e l'energia per far fronte a qualsiasi stress che la giornata ti metta.

Istruzioni Video: Insonnia: cause, cure e rimedi (Ottobre 2021).