Diritti civili e libertà dalla religione


Nell'ultimo articolo, Civil Rights And God, abbiamo esaminato le apparenti esperienze della società americana di tiro alla fune. Da un lato i secolaristi chiedono un completo annientamento dell'idea e del concetto di "Dio", mentre i conservatori dall'altro lato dello spettro rivendicano la religione come un'istituzione intoccabile che è al di sopra delle domande. Chi ha ragione?

  • Qual è la separazione tra chiesa e stato di cui sentiamo così tanto parlare?
  • Il rispetto del Natale e il rispetto dei diritti civili si escludono a vicenda?
  • Fino a che punto dovrebbero andare gli americani per prevenire l'oppressione religiosa?
  • In che modo la Costituzione ci protegge da noi stessi?

Libertà da Dio?

Il Bill of Rights afferma che il Congresso non dovrà emanare alcuna legge che rispetti uno stabilimento religioso o che vieti il ​​libero esercizio dello stesso ... È evidente che la religione deve essere una scelta personale di qualsiasi individuo. Al governo è espressamente vietato stabilire una religione "ufficiale", né impedire ad alcun individuo di esercitare qualsiasi fede o nessuna fede. Tuttavia, sembra che la società americana sia davvero modellata dai valori e dall'etica giudeo-cristiana. I fondatori della nostra nazione intendevano formare un governo che offrisse un riconoscimento speciale al cristianesimo?

L'America non è una nazione cristiana!

I seguaci di questa linea di ragionamento citano il fatto che la Costituzione menziona la religione solo in senso negativo, vale a dire il divieto di legiferare la religione (emendamento I) o di utilizzarlo nel legiferare (articolo VI). Inoltre, il fatto stesso che Thomas Jefferson si riferisca a un "creatore" e non a "Dio" nella Dichiarazione di Indipendenza, è visto come una prova che il linguaggio cristiano (e quindi l'etica giudaico-cristiana) sono specificamente evitati nel governo.

Naturalmente, il colpo di grazia per qualsiasi cosa cristiana possa essere trovata nel Trattato del 1797 con Tripoli, in cui il governo di George Washington ha stretto un'alleanza con i governanti musulmani del Nord Africa con le parole "[T] il governo degli Stati Uniti non è , in ogni senso, fondato sulla religione cristiana ... "Così ha sbagliato il giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti Antonin Scalia quando ha affermato nel suo discorso alla conferenza interreligiosa della sinagoga Shearith Israel di Manhattan: suggerisco che la nostra giurisprudenza dovrebbe comportarsi con le nostre azioni. .. Si è sbagliato quando ha affermato che "Dio", sia come termine che come idea, è intessuto in ogni aspetto della società americana, dall'aspetto dei nostri soldi al testo della nostra Dichiarazione di Indipendenza? Per saperne di più, leggi il prossimo articolo di questa serie su Civil Rights and Religion.



Dai un'occhiata ai consigli sul libro dell'editor.

Per comprendere entrambi i lati della questione, ti preghiamo di leggere il libro di Robert Drinan, che "esplora lo stato di libertà religiosa in tutto il mondo, sostenendo che il diritto internazionale e le istituzioni legali non sono andati abbastanza lontano per proteggere la libertà religiosa":
I fondamenti dell'estremismo: la destra cristiana in America
I fondamenti dell'estremismo: la destra cristiana in America





Istruzioni Video: Gianfranco Macrì - Europa dei diritti e libertà religiosa (Gennaio 2022).