Elenco di controllo per il cambiamento
Le elezioni generali del 2008 sono in pieno svolgimento e le varie circoscrizioni elettorali hanno presentato le loro agende. Il primo ad atterrare nella mia cassetta delle lettere è stato da Democratic Women for Change. Le donne democratiche al Senato degli Stati Uniti hanno dichiarato che "credono che sia tempo di cambiare Washington: un cambiamento di tono e un cambiamento nel livello di impegno nell'affrontare le priorità americane". La senatrice Barbara Mikulski ha affermato che, sai cosa fanno le donne per fare le cose, facciamo delle liste di controllo ”. Ed è esattamente quello che hanno fatto le donne democratiche del senato; hanno creato un elenco di controllo di dieci elementi per ottenere quel cambiamento.

Il primo elemento nella loro lista di controllo per il cambiamento è quello di fornire la stessa retribuzione per lo stesso lavoro approvando la Fair Pay Restoration Act. Questo atto intende rettificare una sentenza dello scorso maggio dalla Corte suprema in Ledbetter v. Goodyear, secondo cui ai lavoratori è vietato presentare domande di discriminazione salariale poco dopo che un datore di lavoro ha deciso di discriminare, anche se la discriminazione continua. Le senatrici hanno affermato che “Questa sentenza, che si estende al pagamento della discriminazione basata su razza, origine nazionale, genere, religione, età o disabilità, invia un messaggio sbagliato sul valore della parità di retribuzione per un lavoro uguale e ignora la realtà della discriminazione retributiva “. Il giudice supremo Ruth Ginsburg ha affermato che ciò deve essere risolto dal Congresso; ha invitato il Congresso ad agire e correggere questo errore. Questo è ciò che le donne democratiche del senato intendono fare con il loro primo oggetto nella loro lista di controllo per il cambiamento.

Il secondo punto della loro lista è quello di mantenere i posti di lavoro in America, abrogando le politiche fiscali che premiano l'outsourcing di posti di lavoro americani e livellando le condizioni di gioco internazionali applicando i nostri accordi commerciali. Hanno affermato che: "Il recente aumento della disoccupazione ha solo rafforzato la nostra volontà di arginare la fuga di posti di lavoro americani all'estero. La manipolazione della valuta, gli accordi commerciali sleali e il libero flusso di merci contraffatte da paesi come la Cina hanno messo i lavoratori americani in una posizione di svantaggio ingiusto per troppo tempo ". Credono che valga la pena lottare per un'agenda del lavoro che mantiene buoni posti di lavoro in America.

Il terzo elemento del loro elenco è rendere l'assistenza sanitaria accessibile garantendo una copertura sanitaria accessibile a tutti gli americani. Ci sono 47 milioni di americani a cui manca l'assicurazione sanitaria. Otto di questi 10 americani non assicurati lavorano, la maggior parte nelle piccole imprese o come lavoratori autonomi. Al fine di offrire assistenza sanitaria innovativa e accessibile a questi lavoratori, dobbiamo affrontare le cause sottostanti dell'aumento dei costi. Fornire assistenza sanitaria a prezzi accessibili a tutti gli americani è qualcosa per cui le donne democratiche del senato valgono la pena lottare.
Il quarto elemento della lista è prendersi cura delle nostre famiglie militari e veterani fornendo ai nostri uomini e donne in uniforme le cure e i benefici che hanno guadagnato. Secondo le donne democratiche del senato, “I nostri veterani hanno bisogno di avere abbastanza personale e professionisti medici, con la giusta formazione, per prendersi cura dei loro bisogni. Significa trattare le ferite psicologiche della guerra con la stessa importanza delle ferite fisiche. Significa accesso alla formazione professionale e un G.I. Bill che soddisfa le esigenze di una nuova generazione di veterani. " Quando abbiamo un militare tutto volontario, questo livello di impegno è necessario per assicurare che avremo reclute disposte a fare volontariato quando ne avremo bisogno.

Il quinto elemento della lista è ripristinare la credibilità dell'America nel mondo cambiando rotta in Iraq, chiudendo la baia di Guantanamo e ponendo fine all'uso della tortura da parte degli Stati Uniti. La senatrice Diane Feinstein ha affermato che “l'America è stata definita un faro di speranza, perché le persone di tutto il mondo guardano alla giustizia americana e ai diritti umani per l'ispirazione. Abbiamo rappresentato un futuro più luminoso, un governo da parte del popolo, per il popolo, con giustizia per tutti. Ma ora, quel faro è stato oscurato. Nonostante la promessa del presidente Bush che gli Stati Uniti avrebbero combattuto la guerra al terrore in linea con i valori americani e "nelle migliori tradizioni di valore", la decisione fu presa, come disse il vicepresidente Cheney nel 2001, di "passare al lato oscuro". ”

Il sesto punto della lista è quello di proteggere il nostro ambiente affrontando il riscaldamento globale, riducendo la nostra dipendenza dal petrolio straniero e stimolando una rinascita economica che creerà milioni di nuovi posti di lavoro verdi. Il settimo oggetto della lista di controllo va di pari passo con il sesto, per rendere l'America Energy Independent. Hanno affermato che “Quando si tratta di spostare la nostra nazione verso l'indipendenza energetica, crediamo che il costo dell'inazione sia grave. Dobbiamo invertire sette anni delle politiche favorevoli al petrolio dell'amministrazione Bush, che hanno portato a una quadruplicazione dei prezzi del petrolio e più che un raddoppio dei prezzi del gas. Dobbiamo correggere le cause profonde degli alti prezzi del gas in modo che queste soluzioni abbiano un effetto reale e duraturo.Ciò può essere realizzato solo investendo in fonti energetiche alternative pulite ed economiche, che creeranno buoni posti di lavoro americani ".

L'ottavo punto della lista di controllo è preparare le future catastrofi riformando sia la FEMA che lo Stafford Act per gestire meglio una risposta e un recupero rapidi ed efficaci. Vogliono garantire che la nazione disponga degli strumenti per affrontare il disastro futuro fornendo risorse e flessibilità, sviluppando piani di evacuazione sicuri ed efficienti per tutte le comunità americane e dotando la nostra nazione di un forte sistema di comunicazione di primo intervento.

Il nono punto della lista di controllo è rafforzare la responsabilità fiscale migliorando il controllo federale sul modo in cui vengono spesi i dollari delle tasse nazionali. Le donne democratiche del senato hanno affermato che “Questo può essere realizzato fornendo agli ispettori generali una maggiore flessibilità e maggiore indipendenza per supervisionare le azioni dei dipartimenti e delle agenzie di loro competenza. Dobbiamo anche avere una supervisione più severa dei contratti governativi, compresa l'eliminazione di contratti senza appalto e il divieto dei premi degli appaltatori in caso di lavoro incompiuto o insoddisfacente. " Credono che valga la pena lottare per il ripristino della disciplina fiscale con i dollari dei contribuenti.

Il decimo e ultimo punto della lista di controllo è quello di proteggere il libretto degli assegni familiari concentrandosi sugli sgravi fiscali per le famiglie della classe media, comprese maggiori risorse per la "generazione di sandwich" che si prende cura sia dei bambini che dei genitori anziani. Le donne democratiche del senato hanno detto che “. Abbiamo bisogno di politiche energetiche sensibili che mettano gli interessi delle famiglie americane davanti ai cartelli petroliferi e alle multinazionali. Abbiamo bisogno di norme di buon senso che proteggano i consumatori da prodotti difettosi o pratiche commerciali sleali senza gravare indebitamente sulla nostra economia ".

I senatori che hanno inserito il loro nome in questa agenda, la senatrice Barbara Mikulski, la senatrice Barbara Boxer, la senatrice Maria Cantwell, la senatrice Dianne Feinstein, la senatrice Mary Landrieu, la senatrice Blanche Lincoln, la senatrice Patty Murray, la senatrice Debbie Stabenow, la senatrice Amy Klobuchar, la senatrice Claire McCaskill ; hanno affermato che i punti di questa lista di controllo sono sfide che il Congresso può affrontare in questo momento, se l'amministrazione Bush e i repubblicani del Congresso si unissero a loro nel loro impegno ad affrontare questi problemi critici.

Istruzioni Video: BEFORE THE FLOOD - Punto di non ritorno - documentario (Settembre 2021).