Ruoli afroamericani celebrati
Dalla rappresentazione di "Mammy" di Hattie McDaniel alla vittoria di Denzel Washington per "Training Day", la storia degli attori afroamericani nella storia degli Oscar è affascinante. Di conseguenza, i seguenti film sono solo alcuni dei fatti significativi per la cultura e i film afroamericani.

1. "Gone With The Wind" (1939) L'attrice Hattie McDaniel ha vinto per la sua interpretazione di "Mamie" - la serva dura ma amabile di Scarlett O'Hara. Nel suo umile discorso di accettazione, la McDaniel è stata citata: "Spero sinceramente di essere sempre un credito per la mia corsa e per l'industria cinematografica. Anche se la sua vittoria è stata un enorme passo avanti, la notte di McDaniel agli Oscar deve aver sentito l'industria stava facendo due passi indietro quando, dopo aver vinto, l'attrice era seduta a un tavolo segregato, a parte il resto dei suoi colleghi. Il suo ruolo di "Mamie" e il fatto che la maggior parte della sua carriera interpretasse una domestica, è stato esaminato in l'evoluzione degli afroamericani e i ruoli limitati che sono stati offerti in una sola volta. Dalla sua vittoria, tre attrici hanno vinto la statuetta tra cui Whoopi Goldberg, Jennifer Hudson e Mo'Nique. Più recentemente, quando l'attrice / comica Mo'Nique ha vinto per lei ruolo in "Precious" (2009) ha indossato gardenie in onore di McDaniel.

2. "Lillies of the Field" (1963). Dopo essere stato nominato per il suo ruolo in "The Defiant Ones" (1958), Sydney Poitier è stato il primo attore afroamericano a vincere l'Oscar come miglior attore per "Lillies of the Field" (1963). In questo film, Poitier ha interpretato Homer Smith, un tuttofare che costruisce una cappella per un gruppo di suore della Germania orientale. Anche se la sua carriera è stata criticata per essere stata tradotta in ruoli che sono stati definiti "impeccabili" e "senza sesso" al fine di soddisfare il pubblico. Solo 39 anni dopo, Denzel Washington fu il secondo attore afroamericano a consegnargli l'Oscar per il suo ruolo in "Training Day" (2001). Washington ha interpretato "Alonzo", un poliziotto corrotto, che fortunatamente ha dimostrato che la diversità dei ruoli assegnati agli attori afroamericani è migliorata.

3. "Un ufficiale e un gentiluomo" (1982). La vittoria di Louis Gossett Jr come "Miglior attore non protagonista" ha posto fine al gap di 19 anni per gli attori afroamericani nella storia degli Oscar. Non è stato solo il primo a vincere per un ruolo secondario, ma anche il secondo uomo afroamericano a vincere un Oscar per la recitazione e il loro attore afroamericano a vincere un totale nella storia dell'Accademia. Dopo Gossett, Jr. è stato Denzel Washington per "Glory" (1989), che è stata la sua prima vittoria all'Oscar per un ruolo secondario. Oltre a una delle più memorabili accettazioni all'Oscar, una Cuba Gooding Jr. di 29 anni per "Jerry Maguire" (1996). Gooding Jr è anche il più giovane afroamericano a vincere un Oscar.

4. "Carmen Jones" (1954). L'attrice / cantante Dorothy Dandridge è stata la prima donna afroamericana ad essere nominata per la migliore attrice in una categoria da protagonista. Sebbene non abbia vinto, è stata un'altra pietra miliare nella storia dell'industria cinematografica. Negli anni seguenti, altre attrici come Diana Ross, Cicely Tyson, Whoopi Goldberg e Angela Bassett, seguiranno il suo esempio. Tutti sono stati giustamente nominati per i loro ruoli, ma non hanno vinto. Quarantasette anni dopo la nomina di Dandridge, Halle Berry è stata la prima a vincere per la sua interpretazione di "Leticia Msugrove" in "Monster's Ball" (2001).

Sebbene l'Accademia abbia impiegato molti anni per riconoscere gli afroamericani in determinate categorie come la recitazione, rimane ancora una delle categorie più grandi di tutte, "Miglior regista". Mentre alcuni americani africani sono stati nominati per la categoria, deve ancora essere reclamato - si spera in un prossimo futuro, lo sarà.

Istruzioni Video: Julia Roberts Acts Out Her Film Career w/ James Corden (Gennaio 2022).