Recensione del CD - Blue Coupe - Tornado on the Tracks
Coupé blu. Il solo nome evoca immagini di hot rod. O forse The Beach Boys e calde notti estive. Comunque questa band è lontana da quelle idee. Il film Velluto blu è più appropriato forse?

Blue Coupe è il progetto messo insieme da figure leggendarie Dennis Dunaway (ex Alice Cooper) e Albert e Joe Bouchard (ex Culto dell'ostrica blu). Blue Coupe, capito? Non dovrebbe esserci alcun motivo per menzionare il curriculum di questi ragazzi, ma per i non iniziati qui va.

Il bassista Dennis Dunaway è un membro fondatore del gruppo originale Alice Cooper e ha scritto alcuni dei loro più grandi successi come "I 'Diciotto", Under My Wheels "e" School’s Out ".

Albert e Joe Bouchard erano entrambi membri del Blue Oyster Cult quando erano al loro apice tra la metà e la fine degli anni '70. Il batterista Albert ha scritto insieme "Cities on Flame with Rock and Roll", "The Red and the Black", "This Ain’t the Summer of Love" e molti altri. Joe era un bassista dei BOC ma è anche un chitarrista di talento. Con BOC, ha scritto "Nosferatu", "Astronomia" e "Hot Rails to Hell", tra molti.

Il trio si riunì alcuni anni fa e iniziò a suonare e suonare materiale delle loro ex band. Alla fine l'ustione per creare della nuova musica si è trasformata in una fiamma a tutti gli effetti e da ciò deriva Tornado on the Tracks. Come per tutta la musica passata di queste band rivoluzionarie, c'è una qualità sinistra, potenzialmente cattiva, che permea questo progetto dall'inizio alla fine - quasi come se qualcosa si nascondesse intorno alla lapide da te.

Molti artisti che sono diventati famosi negli anni '70 sono bloccati sul tapis roulant di Famous Records Live e hanno poca considerazione per il nuovo materiale. E quelli che hanno una disfunzione uditiva come le nuove canzoni non tagliano la senape.

Fortunatamente, posso riferire che Blue Coupe non solo oltre a tagliare la senape, ha anche prodotto un disco maledettamente forte. Dieci tracce. Una copertina. Nessun riempitivo. Tutti i ragazzi contribuiscono con le canzoni e tutti fanno un giro o due dietro il microfono.



La prima traccia "You (Like Vampires)" mantiene la qualità di BOC. Scritta da un amico dei Bouchards, la canzone ha un coro tremendo e versi meravigliosi. La grande produzione consente agli strumenti di essere presentati insieme alla voce con chiarezza. Creepy ma melodico, questa canzone è la perfetta introduzione a questo fantastico set. C'è anche un fantastico video per questa canzone che lo vende completamente. Da notare per i fan di BOC, uno dei ragazzi nel video ha una maglietta nera con Underbelly scritta in bianco. Prima di prendere il nome BOC, la band era conosciuta come Soft White Underbelly.

Forse la mia traccia preferita del disco è il prossimo taglio, "Angel's Well", scritto da Joe. Le prime poche barre strumentali vanno dritte per collo e piedi e muovono entrambe in breve tempo. "Con una smorfia intenzionale e un suono sinistro" (scusa, licenza poetica presa qui) questa canzone avanza attraverso i tuoi altoparlanti, prendendo il controllo con una presa salda e ammanettandoti le orecchie. Joe fornisce probabilmente la voce più convincente e potente del disco, il che non è un'impresa considerando che nessuno di questi ragazzi sarebbe confuso, dice Freddy Mercury. Tuttavia, questo non è ciò che è richiesto qui e queste voci leggermente carteggiate di carta da tutte e tre le cose funzionano perfettamente per questo outfit. Due note di interesse per questo taglio. Il primo è l'inclusione di un assolo di chitarra dell'ex chitarrista dei Doors Robby Krieger, che è eccellente. Krieger mostra il backup con una gustosa chitarra slide su "Man Up". Il secondo è il fatto che il co-sceneggiatore di questo brano fosse il defunto Jim Carroll.

"Deep End" di Albert è il prossimo ed è un taglio solido che flette i suoi muscoli (d'amore --- scusa non posso farci niente) per gentile concessione di una chitarra robusta di Joe Bouchard. Uno degli architetti del rock teatrale, Dennis Dunaway, contribuisce probabilmente con un candidato per la canzone più forte, "God I Need You Tonight". Cantata da Albert (penso, dal momento che lui e Joe suonano molto simili), questa canzone ha alcune semplici (e un paio di strane) progressioni di accordi per il ritornello che la rendono tremendamente memorabile. Lo adoro molto.

La sorpresa del disco è una fantastica cover di "Dolphin’s Smile" di The Byrd che funziona allo stesso livello di "Debbie Denise" o "Fireworks". La minacciosa traccia del titolo è la prossima e, oltre alla sezione ritmica della mazza, una struttura in legno offre molto spazio per la chitarra, dandoti la sensazione di "Godzilla" in agguato.

"Man Up" è un pezzo di spavalderia che ti fa annuire la testa, specialmente con i polsini sul ritornello. Tre canzoni dei Dennis chiudono il disco e sono tutte straordinarie. "Untamed Youth" ha un coro che è completamente accattivante. L'icona hard rock affronta la voce del prossimo taglio "Aspettando la mia nave" e la uccide. "On the Darkest Night", orientato al boogie, chiude il disco in grande stile. Tutti e tre sono forti tagli autonomi. Come trio, questo è puro paradiso.

Dimentica la nostalgia. Se sei un fan di questi ragazzi delle loro opere precedenti, non solo non rimarrai deluso, sarai elettrizzato. Se sei un fan dell'hard rock di qualsiasi tipo, adorerai sicuramente questo disco. Contiene canzoni forti che competono con quasi tutto nel loro catalogo posteriore, prima di tutto. Inoltre, le esibizioni mostrano tre ragazzi che non stanno semplicemente esaminando i movimenti. In effetti, stanno facendo clic nella parte superiore del loro gioco. Non posso assolutamente aspettare un follow-up in quanto è roba fantastica!

* Nota dell'editore: nell'interesse della divulgazione completa, ho ricevuto questo CD gratuitamente dalla casa discografica.

Istruzioni Video: 2019 Lamborghini Huracan Evo review | 631bhp supercar track tested | Autocar (Ottobre 2021).