Biker Saints - Alien Heads

Capitolo 2 della nostra storia misteriosa seriale per i giovani lettori. Fare nuove amicizie è difficile. Quando pregiudichiamo gli altri, chiudiamo la porta all'amicizia.

Capitolo due
Teste aliene

Mentre faceva rotolare la bici lungo il vialetto, Sebastian sentì sua madre chiamare dalla porta principale. "Non dimenticare il casco."

"Mamma, sembra stupida. Come se fossi un alieno."

"Bene, fai solo finta di invadere la Terra. Conosci la regola, niente elmetto, niente andare in bicicletta", disse avvicinandosi a lui. "E ricorda..."

"... la mia testa non è dura come pensi," concluse per lei.

"Esatto. Per quanto sembri sciocco, mi piace la tua testa così com'è." Lei gli diede un piccolo abbraccio. "Divertiti e torna a casa prima del buio. Oh, e se lasci il parco facci sapere dove stai andando. Okay?"

"Va bene," rispose Sebastian, posando il cavalletto. Tornò in garage per prendere l'elmetto dalla testa aliena.

+++

Una cosa bella del trasloco era che ora poteva andare in bicicletta nel quartiere. Nella loro vecchia casa doveva stare molto attento a girare intorno all'isolato. La gente aveva usato la propria strada come scorciatoia da una strada principale all'altra. Praticamente prestavano attenzione ai segnali di stop e sicuramente non cercavano i bambini in bici. Qui vivevano in una strada senza uscita. Di solito le uniche auto appartenevano alle persone che vivevano per strada.

In questo nuovo quartiere poteva anche cavalcare a pochi isolati da un parco. Non era un grande parco, ma aveva un parcheggio con una pendenza. I ciclisti e gli skateboarder hanno praticato i trucchi sul pendio. Non che Sebastian fosse bravo a cavalcare. Ha fatto le cose semplici, come fare scoppiare un'impennata o cavalcare senza mani. I trucchi più pericolosi ha lasciato agli altri.

Sorrise mentre si avvicinava al parco. Riconobbe Andy Miller con i ragazzi raggruppati nel parcheggio. Andy stava bene. Si erano conosciuti quando i Miller avevano invitato la famiglia Bellopedi a fare una cena sabato scorso. Il padre di Andy era il pastore della chiesa metodista in città. I genitori di Andy avevano contribuito a far iniziare la nuova chiesa. Erano quelli che avevano suggerito il vecchio negozio di bellezza per la nuova chiesa.

Sebastian si avvicinò al gruppo "Yo Andy".

"Ehi, Sebastian. Che succede?" Andy rispose.

"Non molto. Ciao," disse agli altri ragazzi.

"Ciao", la maggior parte di loro ha risposto. Un ragazzo lo guardò come lui era un alieno che invade la Terra.

"Questo è Grif," disse Andy, riferendosi al ragazzo abbagliante. "Sono Randall, Tucker e mio cugino Bubba", ha continuato indicando ogni ragazzo.

Bubba? Le persone in realtà hanno chiamato i loro figli "Bubba", si chiese Sebastian. Tutto quello che ha detto è stato "Ciao". Stava diventando molto nervoso. Grif lo stava fissando come se avesse una melma verde che gli usciva dalle orecchie e un terzo occhio in mezzo alla fronte.

"Di dove sei?" scattò Grif.

"Beh, ci siamo appena trasferiti qui da Filadelfia. Questa è la Pennsylvania, non il Mississippi", ha detto cercando di scherzare. Nessuno sorrise.

"Immaginavo" fu la risposta ringhiante. "Mi ricordi come ti chiami?"

"Sebastian, Sebastian Bellopiedi," disse, chiedendosi di nuovo perché i suoi genitori non avrebbero potuto chiamarlo Bill, o John, o qualsiasi altra cosa più facile da dire o pronunciare.

Prima che Grif potesse dire qualcos'altro, Andy saltò dentro. "Racconta loro del tuo nome." Rivolgendosi agli altri, Andy li informò: "È una bella storia. Continua."

"Il mio nome? Oh, vuoi dire su San Sebastiano?" Sebastian fu sollevato. Non voleva dire loro cosa intendesse Bellopiedi. È stato abbastanza difficile essere il nuovo bambino. Ha iniziato la sua storia.

Raccontò loro la storia di San Sebastiano, il soldato romano che divenne cristiano. Questo era quando era contro la legge essere cristiani. Fu scoperto e condannato a morire. I romani lo legarono a un paletto e gli spararono pieno di frecce. Lo hanno lasciato per morto, ma era ancora vivo. San Sebastiano è riuscito a fuggire. Quando i romani tornarono per il corpo, lui se ne andò. Lo hanno rintracciato e lo hanno picchiato a morte.

"Wow! Questa è una storia", esclamò Tucker.

"Sì, mi piace la parte in cui gli hanno sparato con tutte quelle frecce. È stato grandioso", ha risposto Bubba.

"La testa di Grif sbatté verso di loro come un serpente che aveva percepito un topo." Cosa intendi con "grande"? È stato stupido! Nessuno avrebbe potuto vivere dopo essere stato colpito da frecce. "Grif si rivolse a Sebastian." Non è vero. Non è successo. "

"Aspetta! Non sei tu il tipo a cui piace guardare film in cui l'eroe picchia una dozzina di ragazzi dopo essere stato colpito sei volte?" Chiese Andy. "Questa è una specie di storia d'azione storica."

La testa di Grif scattò verso Andy. "Beh, quelli sono film. Non sono reali. Dubito che questo santo ragazzo fosse un gran soldato. Ad ogni modo, che tipo di nome deve avere? Ha il nome di un ragazzo che è stato ucciso."

"Beh, è ​​meglio che il nome di una bestia mitica", si disse dire Sebastian. Uh, oh, pensò che gli occhi di Grif fossero socchiusi. Sembrava davvero un serpente che stava per colpire.

"Di cosa stai parlando?" Grif ha chiesto di sapere.

Sebastian deglutì e cercò di decidere come non farsi picchiare.

"Ho chiesto cosa volevi dire con quello?"

Sebastian, un aratro, disse: "Il tuo nome è Grifone, vero? Un grifone è un animale inventato. È mezzo leone e metà aquila."

"Ehi, è un po 'figo" disse Randall. A metà strada verso un sorriso, guardò Grif.

"Prendo il nome da mia madre" sibilò Griffin. "Griffin era il suo cognome."

Sebastian fece roteare la bici di qualche passo e cercò di pensare a cosa dire. Andy saltò dentro, "Beh, questo significa che la famiglia di tua madre prende il nome da questa faccenda dei grifoni. Sembra come se fosse feroce", disse guardando Sebastian.

"Lo è. È molto legato ai re."

"Come fai a sapere di grifoni e cose?" Chiese Bubba facendo rotolare la bici su Sebastian.

"Mia madre era un'insegnante di inglese. Quando altre mamme leggevano Winnie-the-Pooh ai loro figli, mia madre leggeva miti. Non sapevo di Cappuccetto Rosso, ma conoscevo Jason e gli Argonauti."

"Sono stanco di stare in piedi a parlare", disse Grif mentre cavalcava in sella alla sua bicicletta. "Andiamo a cavallo."

"Sì", rispose Tucker. "Ora abbiamo sei ragazzi. Possiamo formare squadre per" Stunt Show "."

"Cos'è quello?" chiese Sebastian.

Andy rispose: "Abbiamo una competizione acrobatica. Abbiamo gareggiato individualmente, ma ora possiamo avere squadre. Facciamo i nostri migliori trucchi in bici scendendo il pendio. Gli altri ragazzi giudicano. Sai, come le Olimpiadi." Andy stava cavalcando fino alla cima del pendio.

"Uh, Andy, non faccio molti trucchi," disse Sebastian, cercando di mantenere bassa la voce. Non voleva che gli altri sentissero. Non era sicuro di quali sarebbero state le reazioni dei suoi genitori se avessero saputo che stava facendo scherzi sul pendio. Sapeva di avere solo due scelte. Non andare allo "Stunt Show" e non essere etichettato come un grande idiota, o cogliere l'occasione e pregare che non si sia rotto il braccio.

Facendo la sua scelta, disse una rapida preghiera e si avvicinò al gruppo. Le squadre erano divise. Era nella squadra due con Andy e Bubba.

Le regole erano semplici. Ogni squadra ha preso una svolta. I cavalieri farebbero del loro meglio. La squadra avversaria ha segnato il pilota da uno a dieci. I punteggi sono stati sommati per il punteggio della squadra. Bubba è stato il segnapunti ufficiale da quando ha sempre fatto come in matematica.

La squadra di Grif sarebbe andata per prima. Randall fece la fila per iniziare. Scese dalla collina con un semplice viaggio "senza mani". Sebastian sospirò di sollievo. Poteva farlo. Andy, Bubba e Sebastian uniscono le loro teste per segnarlo. Hanno deciso su un punteggio di cinque. Non eccezionale, ma neanche male.

Il turno di Tucker è stato il prossimo. Ha anche mantenuto il suo trucco semplice. Evitare un'impennata durante la discesa ha fatto guadagnare a Tucker sette. Sebastian si sentiva più facile. Poteva reggere il proprio e non deludere la sua squadra. Voleva che i suoi nuovi amici pensassero bene a lui.

Ciò ha lasciato Grif per il Team One. Si allontanò dal pendio per iniziare bene. Grif si avviò verso il bordo guadagnando velocità. Quando raggiunse la pendenza, si alzò bruscamente, facendo saltare la sua bici in aria e girando la ruota anteriore. Quando ha iniziato a scendere, Grif ha livellato la sua bici, quindi ha incontrato il terreno. Atterrò sul pendio e si fermò fino a fermarsi.

Tutti applaudirono. "A dieci! Sono dieci!" Randall e Tucker stavano gridando. Mentre Grif riportava la sua bici su per la collina, i tre membri del team iniziarono a cantare "Dieci, dieci, dieci!" Sebastian, Andy e Bubba annuirono.

"Hai ragione, hanno ragione," cantò Bubba. "Questo merita un dieci. Il Team One ha un totale di ventidue punti."

I membri del Team Two si sono riuniti insieme per pianificare la loro strategia. "Bubba e Sebastian, voi ragazzi potete fare impennate e questo dovrebbe darci quattordici punti. Ciò significa che dovrò fare un trucco del valore di almeno nove punti", ha indicato Andy per loro.

"Che cosa hai intenzione di fare", Sebastian voleva sapere. Era grato che la responsabilità della vittoria fosse affidata a Andy. Tutto quello che doveva fare era un trucco che faceva da anni. Era curioso del piano di Andy.

"Non lo so ancora", rispose Andy. "Perché tu e Bubba non andate per primi. Questo mi darà il tempo di pensarci." Concordarono che Bubba sarebbe andato per primo.

La squadra due ha iniziato a cavalcare. Bubba non ebbe problemi con l'impennata. Da quando Tucker aveva ricevuto un sette per quel trucco, lo stesso punteggio fu assegnato a Bubba.

Sebastian si trascinò sul pendio. Non era sembrato così lungo e ripido quando vide gli altri scendere. Improvvisamente pensò al vecchio detto che i suoi genitori usavano. "Se tutti gli altri saltassero dal ponte di Brooklyn, lo faresti anche tu?" All'improvviso la pendenza sembrava il ponte di Brooklyn, con Sebastian che stava per fare un tuffo nel cigno. Respirò profondamente e iniziò a scendere dal pendio.

Ha iniziato a spacciare. Non ha dovuto spacciarsi in fretta poiché la gravità lo stava trascinando giù dall'angolo. Man mano che guadagnava velocità, sollevò la bici e fece l'impennata. Abbassò la bici e cercò di ascoltare il tifo dei suoi compagni di squadra. Ha sentito un suono diverso. Era piccolo, ma gli fece fermare il cuore.

Era una schiocco suono. Non rumoroso, ma Sebastian l'ha sentito. Ha fatto vibrare il suo corpo. Abbassò lo sguardo sulla sua ruota anteriore. Uno dei raggi della ruota si era rotto. Prima che la sua mente potesse comandare alle sue mani di azionare i freni, vide i raggi cadere tra gli altri raggi e bloccare la ruota. In un secondo nano la bici si fermò. Sfortunatamente il suo corpo non si è fermato. Sebastian si sentì volare sopra il manubrio.

Sapeva che sarebbe stato male, ma non aveva controllo quando ha iniziato a capovolgere. Stava atterrando per primo! Istintivamente alzò le mani per proteggere il viso. Mentre la sua testa colpiva il terreno, sentì un suono peggiore dello schiocco del raggio. Questa era una crepa.Quindi completò il salto mortale, atterrando sulla schiena.

Sebastian rimase immobile, cercando di capire cosa avesse rotto. All'improvviso gli altri lo circondarono. "Ehi, stai bene amico.?" "Stai bene?" "Oh, no! Oh, no!" Hanno iniziato a fargli un milione di domande su ciò che è accaduto e ciò che aveva rotto.

"Aspetta, aspetta," gracchiò Sebastian. Si mise lentamente a sedere. Bubba era dietro di lui, aiutando a sostenere il suo peso. Sebastian si portò una mano alla testa dove colpì il terreno. Qualcosa era strano, ma non riusciva a capire cosa. Non sentiva alcun sangue. Gli faceva male la testa, ma sembrava a posto. Tuttavia, c'era sicuramente qualcosa che non andava.

"Oh, wow," esclamò Tucker. "È fantastico!"

"Che cosa?" Chiese Sebastian.

"Il tuo elmetto. È ... si è rotto in due." Tucker sollevò i pezzi dell'elmetto di Sebastian. Gli pendeva attorno al collo per le cinghie.

Andy sganciò i pezzi e li mostrò a Sebastian. "Potrebbe essere stata la tua testa. Potrebbe essere in due pezzi al posto del tuo casco. Amico, hai una testa dura."

I ragazzi hanno aiutato Sebastian a rimettersi in piedi con domande su altre lesioni. Sebastian si è verificato. Miracolosamente non sembravano esserci ossa rotte. Ciò non significava che non soffrisse.

"Ora so come si sente la bistecca dopo che mia madre l'ha intenerita." Aveva la schiena come se fosse stata tagliata grezza. "Sto sanguinando da qualche parte?" I ragazzi lo aiutarono a controllare il sangue, ma a parte qualche lacrima nella maglietta e graffi sulla schiena e sul dorso delle mani, non riuscirono a trovare tagli seri.

"Dovresti andare a casa e ripulirli" ordinò Tucker. "Torno a casa con te. Vivo a pochi isolati da te."

"Bubba e verrò con te", disse Andy. "Vieni Grif? Randall?"

"No", rispose Grif. "Sto preparando per andare a casa. Ci vediamo Bubba. Ci vediamo Tucker." Grif saltò in sella alla sua bicicletta e si allontanò.

"Aspetta Grif," lo chiamò Randall. Ha iniziato a cavalcare dopo l'altro ragazzo, pompando duramente per recuperare.

"Amico, amico, pensavo che l'avresti avuto quando ti avrei visto passare il manubrio," rise Tucker. Sebastian sapeva che era naturale per gli altri voler parlare dell'incidente, ma era imbarazzato. Si era appena schiantato di fronte ai suoi nuovi amici. Ha provato a cambiare argomento.

"Che succede con Grif? Si comporta come se fossi appena uscito da quel nuovo film di fantascienza."

"Quale?" Chiese Andy.

"Sai, quello in cui gli alieni attaccano la Terra e la ricoprono di melma."

"Oh sì, la melma che ci mette a dormire in modo che possano mangiarci."

"Non preoccuparti", ha commentato Bubba. "Ha recitato allo stesso modo quando mi sono trasferito al Green Market l'anno scorso. Ero il" ragazzo di città "perché vivevamo ad Atene."

"Sì, benché paragonato a Green Market è la" grande città "", ha riso Tucker. "Hanno un disco nel cinema ad Atene!" Tutti risero di questo.

"E pizzerie" aggiunse Bubba.

Sebastian ci ha pensato. Era stato ad Atene. Era bello, ma rispetto a Filadelfia non era una "città". L'edificio più alto aveva solo tre o quattro piani. Ha giudicato tutto ciò a cui sei abituato.

"Suppongo che Green Market sia strano per me perché è così diverso. Sono strano per Griffin perché vengo dal nord e da una grande città", si disse.

Hai letto il Capitolo 1 - Un verme nella mano?


Aggiungi a Google
Aggiungi a My Yahoo!

Istruzioni Video: Saints Row 2- "PIMP ALIEN" (Ottobre 2021).