L'autunno - Elizabeth Barrett Browning
Il mio periodo dell'anno preferito è l'autunno. Le foglie iniziano a cambiare colore, l'aria ha una sensazione fresca e frizzante, e c'è un'anticipazione dell'inverno tutto intorno. La svolta delle stagioni è stata per secoli un mistero e una bellezza catturati dai poeti. Sono state fatte analogie tra le stagioni della natura e le stagioni della vita. La primavera rappresenta la giovinezza in erba, l'estate è l'età adulta, un tempo per lavoro e famiglia, e l'autunno simboleggia una dissolvenza prima dell'inverno della vita quando la neve della morte ci avvolge.

In "L'autunno" - la poetessa Elizabeth Barrett Browning continua questa analogia delle stagioni della vita. Le sue prime battute ci dicono di ascoltare e far vedere ai nostri cuori e ascoltare la storia delle stagioni. Nel suo poema, esorta il suo lettore a non concentrarsi sui cambiamenti delle stagioni della vita, poiché tutto ciò che la vita porta - la sua felicità, dolore, cambiamento e destino - è semplicemente come il vento. Potrebbe non piacere il cambiamento, ma lei ci spinge ad andare avanti e a sorridere nonostante loro. Ricorda ai suoi lettori nelle sue ultime righe che, indipendentemente dalla vita, la prospettiva del paradiso non è mai senza speranza.

L'autunno
Elizabeth Barrett Browning (1833)

Vai, siediti sulla collina alta,
E gira gli occhi,
Dove agitando boschi e acque selvagge
Inno suona un suono autunnale.
Il sole estivo è debole su di loro -
I fiori dell'estate partono -
Stai fermo - poiché tutti si trasformano in pietra,
Tranne il tuo cuore meditabondo.

Come ti sei seduto in estate,
Potrebbe essere ancora nella tua mente;
E come hai sentito cantare i boschi verdi
Sotto il vento rinfrescante.
Anche se lo stesso vento ora soffia in giro,
Vorresti ricordarne l'esplosione;
Per ogni respiro che agita gli alberi,
Fa cadere una foglia.

Oh! come quel vento, è tutto allegria
Quella carne e polvere impartiscono:
Non possiamo sopportare le sue visite,
Quando il cambiamento è nel cuore.
Parole e scherzi gay possono farci sorridere,
Quando il dolore è addormentato;
Ma altre cose devono farci sorridere,
Quando il dolore ci fa piangere!

Le mani più care che ci stringono le mani, -
La loro presenza potrebbe essere o;
La voce più cara che incontra il nostro orecchio,
Quel tono potrebbe non venire più!
La giovinezza svanisce; e poi, le gioie della giovinezza,
Che una volta rinfrescava la nostra mente,
Verrà - come, su quei boschi sospiranti,
Il freddo vento autunnale.

Non sentire il vento - non guardare il bosco;
Guarda la valle e la collina -
In primavera, il cielo li circondava -
Il cielo è ancora intorno a loro.
Vieni autunno scathe - vieni freddo inverno -
Vieni al cambiamento - e al destino umano!
Qualunque sia la prospettiva che il Paradiso ha legato,
Non può mai essere desolato.

Istruzioni Video: Poesia "Solo per Amore" di Elizabeth Barrett Browning. (Ottobre 2021).