Stai mangiando troppo e sottoproducendo?
Secondo l'autore più venduto, Don Aslett, il bevitore medio di caffè consuma più di 70.000 tazze in una vita. "Sono 70.000 o più volte che devi trovare la tua tazza, riempirla, aggiungere panna o zucchero, portarla alla tua postazione di lavoro, raccoglierla, posarla (ripeti almeno quattordici o quindici volte)", scrive Don Aslett nel suo libro Fatto! Come realizzare il doppio in metà tempo, a casa e in ufficio

Questi numeri certamente mettono le cose in prospettiva.

Nel corso della mia vita ho avuto tutti i tipi di lavori. Un particolare lavoro che avevo era stipendiato, quindi nessuno stava tenendo traccia del mio tempo. Ogni volta che avevo l'impulso (che era spesso) andavo ai distributori automatici per uno spuntino. Dato che potevo prendermi il mio tempo per il pranzo, andavo nei ristoranti vicini con i miei amici e mangiavo ogni sorta di cose che non andavano bene per me. Ho spesso promesso che avrei preparato il mio pranzo, ma dato che non dovevo, non l'ho fatto. Ho mangiato male perché avevo il tempo indulgere in esso. Bene, in realtà non ho avuto il tempo perché spesso rimango tardi per compensare i lunghi pranzi.

A peggiorare le cose, mentre ero con i miei amici per quei pranzi di due ore, tutto quello che ho fatto è stato mangiare cibo cattivo e lamentarmi del mio lavoro, il che non è raro. Molti professionisti sprecano il caffè e le pause pranzo in questo modo. Secondo Aslett, la pausa caffè media fa ben poco per aumentare la produttività. "Ma realizza la diffusione di pettegolezzi, disprezzo e critiche nei confronti del datore di lavoro, dei clienti, ecc.", Scrive. "Le pause possono essere spese in modi molto più sani."

Sono d'accordo.

Contrasta l'esperienza di cui sopra con un altro lavoro che ho avuto dove non mi è stato permesso di mangiare nella mia postazione di lavoro. Ho dovuto digitare un orologio dentro e fuori per un pranzo di 30 minuti e una pausa di 15 minuti. Da quando ero a tempo, ho sempre preparato il mio pranzo e ho tenuto una mela o salatini per la mia unica pausa. Dopo solo pochi mesi a portare il mio pranzo e mangiare uno spuntino sano, ho perso cinque chili! E questo perché non avevo il lusso di frequenti viaggi in distributori automatici e pranzi di due ore. Ho scoperto che mezz'ora era abbastanza per mangiare, annotare appunti per scrivere progetti, leggere e scambiare alcuni convenevoli con i colleghi.

Ho sviluppato queste abitudini per necessità, ma ho deciso di renderle parte del mio stile di vita sano. Non concentro più le mie pause intorno al cibo. Mangerò un po ', poi camminerò intorno all'isolato, scriverò in un diario o avrò una breve conversazione edificante con un collega.

Quindi, invece di sentirmi frustrato e letargico dal lamentarmi e dal cattivo cibo, torno al mio lavoro rinfrescato, edificato e pronto a produrre.

Fare delle pause per ricaricare e fare rifornimento è fondamentale per il successo. Assicurati di usare questa volta saggiamente!

Istruzioni Video: NON DIMAGRISCI? FORSE LA COLPA E' DI STRESS E CORTISOLO: ecco cosa fare sin da subito (Settembre 2021).