Alternative alle scuse forzate - Primi passi
Nel mio articolo "Fare scusa ai bambini" (vedere i collegamenti correlati alla fine di questa pagina), discuto l'idea che costringere i bambini a dire "Mi dispiace" se non significano davvero che può essere visto come costringere i bambini a menzogna. Ma quando tuo figlio fa male a un altro, o causa comunque un danno, sia accidentalmente che intenzionalmente, sia fisicamente che emotivamente, è chiaramente necessaria un'azione appropriata. Quindi quali sono alcune alternative alle scuse forzate?

Ci sono tre passaggi fondamentali che faccio ogni volta che mia figlia fa male:

1. Controlla la persona ferita o Concentrati sulla sicurezza
2. Vedi Come può aiutare o risolvere il problema
3. Affrontare la situazione originale e apportare modifiche

Quando mia figlia fa male, non le chiedo immediatamente di scusarsi. A volte, devo anche chiederle di scusarsi per le scuse perché se le dispiace o meno è meno importante che stabilizzare una situazione in quel momento. Spesso diventa una reazione istintiva chiedere o scusarsi. Ma la verità è che "mi dispiace" non è una frase magica che risolva tutti i reati.

Più importante delle parole è chiedere ai bambini di assumersi la responsabilità appropriata per una situazione che hanno causato. Se mia figlia fa male ad un altro bambino, ad esempio, il suo primo passo è chiedere al bambino ferito (o valutare con l'aiuto di un adulto) se stanno bene e cosa può fare per aiutare. Se rompe qualcosa, il primo compito è quello di ripulirlo e proteggere gli altri intorno a noi durante quel processo. Naturalmente, la vera responsabilità di un bambino ferito o di una situazione pericolosa risiede principalmente in un adulto, ma spesso i bambini possono svolgere un ruolo.

La chiave è che l'attenzione dovrebbe essere rivolta al bambino ferito o alla situazione pericolosa. Il tuo bambino, ad esempio, può prendere o preparare un impacco freddo, può offrire loro un giocattolo o altra distrazione o fargli bere un bicchiere d'acqua. Il tuo bambino potrebbe semplicemente aver bisogno di aspettare rispettosamente e dare un po 'di tempo o privacy al bambino turbato o ferito. Possono tenere gli altri bambini fuori da una stanza mentre si puliscono materiali rotti e taglienti.

Se si sentono sinceramente dispiaciuti, possono offrire scuse per conto proprio a questo punto o una "vittoria" per una parte ferita su qualunque cosa abbia innescato un disaccordo in primo luogo ï ½ e se il bambino ferito o il proprietario della proprietà si trova in un dichiarare abbastanza fisicamente ed emotivamente da accettare quelle scuse, va bene.

Ma in situazioni normali, non è ancora il momento di concentrarti su tuo figlio e su quali possano essere i suoi sentimenti o su come esprimerli. Il punto è che loro e tutti gli altri devono focalizzare le loro attenzioni su chi è ferito. Se non è del tutto chiaro cosa possono fare per aiutare, possono semplicemente chiedere e vedere se il bambino ferito ha in mente qualcosa.

Spesso il bambino che ha fatto il male è arrabbiato, imbarazzato o talvolta spaventato dai risultati della propria azione, anche se il dolore è stato deliberato. Ma è una lezione fondamentale che se qualcuno è ferito, gli altri (anche se hanno fatto del male) devono mettere da parte tutto il resto per proteggere il bambino ferito o creare un ambiente sicuro e stabile. Se sono arrabbiati o spaventati o vogliono persino scusarsi, potrebbe semplicemente dover aspettare. I bambini potrebbero non avere sempre successo in questo, ma fare lo sforzo e rendere questo problema primario è ciò che inizierà a prepararli da adulti a mantenere la calma in situazioni di emergenza.

Solo dopo che le emozioni si sono raffreddate e le ferite fisiche sono state affrontate, a volte minuti, a volte ore, è tempo di esplorare come si è verificata la situazione e come fare ammenda (non sempre necessariamente una scusa tradizionale), imparare e andare avanti. Per ulteriori discussioni, consultare "Alternative alle scuse forzate � Fare ammenda" (linkato di seguito).

Istruzioni Video: An Alternative Reality: The Football Manager Documentary (Ottobre 2021).