Adolescenti e Bulimia Nervosa
Come l'anoressia, la bulimia nervosa è un disturbo alimentare. A differenza di un'anoressica che rifiuta il cibo, limita gravemente l'apporto calorico e appare emaciata, il peso di un adolescente bulimico apparirà quasi normale anche se si abbandona in cibo e seguito da vomito autoindotto, abuso di lassativi, clisteri o diuretici per eliminare il calorie dal suo sistema. La bulimia deriva dal greco "bous limos", che significa "fame di bue" ed è stata inizialmente identificata come una sottocategoria di anoressia nervosa, ma ora è considerata un disturbo alimentare separato completo di proprie caratteristiche identificative: episodi ripetuti di abbuffata che l'individuo non ha controllo in combinazione con comportamenti compensativi eccessivi ricorrenti per evitare un aumento di peso - vomito autoindotto; uso inappropriato di lassativi, clisteri, diuretici; digiuno; o un eccessivo esercizio fisico che si verifica in media due volte a settimana per un periodo di almeno 3 mesi associato a una minore autostima influenzata dall'immagine corporea. La bulimia è più comune dell'anoressia e viene diagnosticata in circa il 2% - 3% delle donne di età compresa tra la fine dell'adolescenza e l'inizio dei vent'anni. Questo disturbo si riscontra raramente nei maschi.

Mentre sono seduti a tavola, gli adolescenti bulimici possono sembrare mangiare normalmente poiché la maggior parte del comportamento binging si svolge in segreto con l'accumulo di "cibo spazzatura" ipercalorico nell'armadio della camera da letto o sotto il letto o nel bagagliaio della macchina. Spesso si verificano abbuffate ogni giorno con la tipica sessione di abbuffata della durata di circa un'ora e contenente da qualche parte tra 3.500 - 10.000 calorie. In genere, la gorgogliatura continua fino a quando non sente sensi di colpa o disagio gastrointestinale acuto. Quindi indurrà il vomito. Nelle prime fasi del disturbo, il bulimico si attaccherà il dito in gola per innescare il "riflesso del vomito". Dopo ripetuti incidenti, molti bulimici possono vomitare automaticamente.

A differenza degli anoressici che negano la loro relazione malsana con il cibo, i bulimici sono profondamente consapevoli del fatto che il loro comportamento è tutt'altro che normale, il che spesso aggiunge senso di colpa, vergogna e scarsa autostima. È probabile che i bulimici adattino la loro vita al disturbo per diversi anni prima di cercare aiuto. Le complicanze mediche associate al disturbo possono indurre i bulimici ad affrontare i sintomi concomitanti. Le cavità dentali sono comuni con i bulimici a causa dell'elevato contenuto di zucchero dei loro cibi binging e dell'erosione dello smalto causata dagli acidi dello stomaco rigurgitato. Altre preoccupazioni per la salute associate alla bulimia includono squilibri elettrolitici dovuti a vomito frequente e abuso lassativo; battito cardiaco irregolare; arresto cardiaco, polmonite da vomito aspirato; e problemi gastrointestinali.

Le dinamiche familiari dei bulimici tendono ad essere disorganizzate, stressanti e compartimentate. I genitori di bulimici sottolineano spesso le apparenze, la forma fisica e il successo. Il trattamento si concentra spesso sulla correzione delle convinzioni irrazionali sostenute dal bulimico usando la terapia cognitivo-comportamentale in combinazione con la terapia familiare per affrontare problemi relazionali malsani.

Istruzioni Video: Quale disagio psicologico dietro i disturbi alimentari nell'adolescenza (Settembre 2021).