7 fatti sul vino
1) Il vino è prodotto solo da uve, e con poche eccezioni, dalle specie di viti Vitis Vinifera. È possibile fare una bevanda alcolica fermentata da qualsiasi frutto, ma questi non sono veri vini. Solo l'uva unisce tutto ciò che è necessario per produrre vino. Altri frutti richiedono l'aggiunta di parte o di tutta l'acqua, lo zucchero e il lievito.

2) Il messaggio di allergia ai solfiti sulle etichette dei vini ha portato alcune persone a ritenere che siano la causa del loro mal di testa, ma non ci sono prove mediche per questo e non è stato dimostrato un caso. La fermentazione del vino è una reazione chimica molto complessa che non è completamente compresa e che talvolta vengono prodotti altri composti, come le istamine, che possono causare reazioni.
3) Tutti i vini contengono solfiti in quanto vengono prodotti durante la fermentazione, tra 10-20 mg / L. Un avvertimento sul solfito deve essere dato se un vino ha più di 10mg / L. I solfiti sono stati usati fin dall'antichità per sterilizzare le botti e le cantine aggiungono una piccola quantità per uccidere i batteri e preservare il vino. La quantità di solfiti nel vino è limitata dalla legge negli Stati Uniti a non più di 350mg / L, in Australia 250mg / L e nell'UE come segue: vini rossi: 160mg / L, vini bianchi / rose: 210mg / L e dolci vini: 400mg / L

4) In generale, maggiore è il costo di una bottiglia di vino, migliore è la sua qualità, ma se il costo della terra e degli edifici viene rimosso, vi è un costo massimo possibile nella produzione del vino. I vini che costano più di $ 50 / £ 30 riflettono fama, produzione limitata, domanda in eccesso o esclusività.

5) La tecnologia moderna e le ultime tecniche sono sempre più utilizzate, ma un pezzo di equipaggiamento rimane radicato nel Medioevo. Le botti di rovere per l'invecchiamento dei vini sono ancora favorite dalle cantine, sebbene aggiungano circa $ 1 al prezzo di una bottiglia.

6) Le alternative alle nuove botti di rovere, come trucioli e doghe di quercia, sono utilizzate per motivi di costo per i vini sotto $ 8 per dare un sapore simile.

7) I vini varietali, ovvero quelli che mostrano il nome della varietà sull'etichetta anteriore non devono contenere un 100% della varietà nominata. Il limite concordato a livello internazionale per le esportazioni è che almeno l'85% del vino deve essere la varietà indicata, ma le leggi locali possono differire per i vini non esportati. Il motivo è consentire ai viticoltori una certa flessibilità, come il rabbocco delle botti per sostituire i vini evaporati. Ma l'aggiunta fino al 15% di una varietà diversa ha un impatto sul sapore e spiegherà perché un'azienda vinicola varietale può differire da un'altra della stessa varietà.


Parla del vino sul nostro forum.

Peter F May è l'autore di Marilyn Merlot and the Naked Grape: Odd Wines from Around the World che contiene oltre 100 etichette di vini e le storie dietro di loro, e PINOTAGE: dietro le leggende del vino del Sudafrica che racconta la storia dietro il vino e l'uva Pinotage.

Istruzioni Video: Ecco perché non dovresti buttare via le bottiglie di vino. I golosi non sanno resistere! (Dicembre 2021).